banner
Bitcoin tira e molla quota 10000 dollari
Bitcoin tira e molla quota 10000 dollari
Trading

Bitcoin tira e molla quota 10000 dollari

By Federico Izzi - 10 Feb 2020

Chevron down

In questo fine settimana ci sono stati ritorni a livelli importanti, in primis per Bitcoin che dopo 5 mesi rivede quota 10.000 dollari, livelli che aveva visitato per poche ore durante il rialzo di fine ottobre, seguito poi da un trend ribassista.

Tutto il settore ha registrato un buon movimento per gli scambi rimasti alti. Nonostante il giorno festivo che vede i mercati azionari chiusi, quello delle criptovalute ha mantenuto scambi sopra la media delle ultime settimane nella giornata di ieri. Ciò ha portato vivacità in tutto il settore.

Per Bitcoin, la situazione attuale è decisamente diversa da quella che si era vista ad ottobre quando si registrò uno dei balzi più intensi della storia. Oggi, il ritorno a 10.000 dollari avviene con un consolidamento di un rialzo che si sta sviluppando dai minimi di metà dicembre e che ha preso più forma dall’inizio dell’anno. 

Ma ci sono anche altre criptovalute che stanno mettendo le ali all’intero settore: tra i rialzi più evidenti c’è quello di Tezos (XTZ) che, con un forte movimento rialzista dai minimi di metà gennaio, vede le sue quotazioni raddoppiare e salire sopra i 2,70 dollari, record storico assoluto per XTZ, che così conquista e consolida la decima posizione. 

Molto buoni i rialzi di tutto il resto del settore. Scorrendo la classifica delle prime 20 criptovalute come performance settimanali c’è solo un segno negativo, quello di Ethereum Classic (ETC) che è poco sotto la parità. Per tutte le altre i guadagni sono a doppia cifra. 

Nonostante il fine settimana decisamente positivo, il lunedì sta registrando con un leggero arretramento dopo i rialzi registrati domenica. 

Fonte: COIN360.com

Prevalgono i segni rossi per il 55-60% delle criptovalute, ribassi che sembrano dovuti alle prese di beneficio dopo i rialzi del weekend,

La volatilità sfiora i minimi del 2,5% degli ultimi 5 mesi. Il market cap vola oltre i 280 miliardi di dollari, livelli che non si registravano dallo scorso agosto. 

Se andiamo a scorporare i dati della capitalizzazione totale sono in particolare le altcoin a sostenere questo ritorno dell’alt season, in quanto il solo settore delle altcoin torna ai massimi di inizio luglio 2019. Questo è un segnale che conferma la dominance del Bitcoin in calo, scesa sotto il 64%. Torna sui massimi di ottobre la dominance di Ethereum che balza all’8,7%. Stabile Ripple, che a differenza del 99% delle altcoin, pur registrando un balzo che le fa sfiorare il +60% di guadagno dai minimi di inizio anno, mantiene i prezzi sotto i massimi di novembre scorso, caratteristica opposta rispetto alla maggioranza di tutte le altcoin essere ben sopra i livelli dello scorso autunno.

Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) si spinge sopra i 10000 dollari

Bitcoin dopo il forte balzo che nelle prime ore di domenica ha visto i prezzi spingersi sopra i 10.100 dollari, con l’inizio della settimana vede prevalere le prese di beneficio che spingono i prezzi sotto la soglia psicologica dei 10000. 

Nulla di preoccupante perché questo ulteriore balzo fa guadagnare ancora punti percentuali e vede ampliare i guadagni di BTC al 40% da inizio anno. 

Si alza anche il livello di guardia per un eventuale cambio di direzione. Ogni movimento che caratterizzerà le prossime ore o giorni vede spazi di manovra fino ad area 9.500 dollari. Sotto questo livello inizierebbe a scattare un primo segnale di allerta, nulla di preoccupante in quanto la soglia di pericolo si è spostata sopra gli 8.800 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Il rialzo di Ethereum prende ulteriormente corpo. ETH con i massimi registrati nel fine settimana, vede i prezzi toccare la soglia dei 230 dollari che non registrava da inizio agosto 2019. 

Ethereum sfiora il raddoppio e mette a segno un balzo che in meno di due mesi è un rialzo del 90%. Anche se non è la migliore delle performance delle altcoin, con altre che fanno molto meglio come Binance Coin (BNB), Bitcoin Cash (BCH), Bitcoin SV (BSV), Eos (EOS), Tezos, Cardano (ADA), Monero (XMR), Ethereum Classic (ETC), Chainlink (LINK) e Dash (DASH), Ethereum rimane decisamente la regina delle altcoin. Pertanto il ritorno del trend rialzista che mancava dallo scorso giugno 2019 è decisamente un segnale positivo per l’intero settore delle altcoin.

Per Ethereum i margini di oscillazione rimangono più ampi di Bitcoin, tanto che può permettersi ritracciamenti dei prezzi senza pericoli fino ad area 190-195 dollari. Solo un affondo sotto i 175 dollari annullerebbe l’attuale struttura rialzista ma al momento non ci sono segnali che fanno temere per il peggio.

Per ETH sembra tornato il trend a cavallo del Toro, ma sarà necessario avere conferme nelle prossime settimane. Una rottura dei 230 dollari nei prossimi giorni proietterebbe al prossimo target in area 260-280 dollari.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.