BitMEX è ora sotto attacco DDoS
BitMEX è ora sotto attacco DDoS
Blockchain

BitMEX è ora sotto attacco DDoS

By Alfredo de Candia - 13 Mar 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Pochi minuti fa è stato pubblicato un comunicato da parte di BitMEX, importante exchange nel panorama crypto, in cui si avvisano gli utenti che nella giornata di oggi il sito ha subito ben 2 attacchi di tipo DDoS.

Nel tweet di questa mattina BitMex aveva già scritto di aver avuto dei problemi a livello hardware con i servizi cloud e che ha causato un ritardo in tutta la piattaforma, problema che è stato risolto dopo circa una mezz’ora, come si evince il buono stato dei vari servizi della piattaforma.

I dettagli comunque sono giunti solo pochi minuti fa: nel comunicato viene spiegato che che la piattaforma ha subito un doppio attacco e che ci sono voluti circa 25 minuti per risolverlo.

L’attacco di tipo DDoS (Distributed Denial of Service) mirava a mettere in crisi i sistemi e le risorse che mantengono il servizio attivo, andando a sovraccaricare le richieste ai server.

Questo tipo di attacco è molto efficace perché non permette al sistema di fermare le richieste visto che sono migliaia e tutte nello stesso momento. Di solito gli attacchi DDoS sono organizzati tramite bot.

Lo scopo è molto chiaro ed in questo caso era teso a bloccare l’exchange per impedirne il corretto funzionamento. In queste ore si sta riprendendo il prezzo di diverse crypto, ma bloccando una piattaforma del calibro di BitMex avrebbe significato forse un rallentamento del recupero dei prezzi delle varie crypto poiché avrebbe impedito agli utenti di comprare e vendere asset.

I commenti negativi su Twitter si sprecano e alcuni puntano il dito proprio sulle tempistiche dell’attacco DDoS avvenuto in concomitanza con il recente crollo dei prezzi delle crypto.

Inoltre, il fatto di essere un exchange centralizzato non aiuta e mette sempre a serio rischio i fondi degli utenti che si trovano sulla piattaforma.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.