EOS Ecology: la più grande truffa su EOS
EOS Ecology: la più grande truffa su EOS
Sicurezza

EOS Ecology: la più grande truffa su EOS

By Alfredo de Candia - 21 Apr 2020

Chevron down

Come riportato da un media cinese e anche da alcuni utenti che lo hanno poi scritto su Twitter, la dApp EOS (EOS Ecology) si è rivelata una truffa, lasciando i suoi utenti con un messaggio di errore, non facendoli più collegare per accedere ai loro fondi.

La dApp, realizzata da una società di Singapore, forniva agli utenti un wallet che si poteva utilizzare anche per conservare un token interno, chiamato “eos eco-coin”, con cui si poteva accedere al loro servizio di node leasing, node information e così via. Eos Ecology, tra l’altro, era anche una piattaforma di trading.

Da quel che si è potuto vedere, essendo EOS una blockchain pubblica, l’account della dApp, w.io, ha trasferito negli ultimi giorni, sia direttamente che indirettamente tramite diversi account, una cifra spaventosa di EOS: poco meno di 20 milioni di EOS, oltre 50 milioni di dollari al cambio attuale, che sono finiti nell’indirizzo dell’exchange Huobi.

Siamo di fronte alla più grande truffa mai vista all’interno della blockchain di EOS: in un paio di giorni questa exit scam è riuscita a prosciugare i conti di coloro che avevano depositato gli EOS all’interno dell’applicazione. Ora questi utenti non hanno più la possibilità di poterli recuperare.

Purtroppo, in questo settore i criminali sono sempre dietro l’angolo ed operano con ogni mezzo che hanno a disposizione, riuscendo a sfruttare falle e problemi come quelli che abbiamo visto durante gli ultimi giorni che sono stati perpetrati ai danni della finanza decentralizzata (DeFi) con una perdita di milioni di dollari per colpa di un hack ai danni di Uniswap e dForce.

Come sempre, va ricordata una delle prime regole da imparare in questo settore: non bisogna utilizzare strumenti che non sono sicuri o che comportano una gestione centralizzata dei fondi, preferendo piattaforme decentralizzate.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.