banner
Ross Ulbricht è ancora bullish su bitcoin
Ross Ulbricht è ancora bullish su bitcoin
Bitcoin

Ross Ulbricht è ancora bullish su bitcoin

By Marco Cavicchioli - 28 Apr 2020

Chevron down

Qualche giorno fa Ross Ulbricht ha pubblicato una sua previsione bearish sul prezzo di bitcoin a breve termine. 

Ulbricht ha scritto infatti che il ciclo bullish di inizio anno si è ormai concluso e che il prezzo di bitcoin è entrato nell’ultima ondata della fase bearish iniziata nel 2018. 

Questa previsione non è stata presa molto bene da alcuni suoi follower e così ha voluto pubblicare una precisazione con la quale afferma senza mezzi termini di essere in realtà ancora bullish, ma solo sul lungo termine. 

In questo nuovo post, in cui afferma di essere forse in qualche modo avvantaggiato dall’essere attualmente in prigione così da risultare meno influenzato dagli eventi quotidiani ed assumere una posizione distaccata nei confronti dell’evoluzione del prezzo di bitcoin sul lungo termine, definisce i mercati speculativi come “trappole psicologiche”. 

Ulbricht infatti evidenzia come da un lato le forti oscillazioni del prezzo generano inevitabilmente forti emozioni, come ad esempio l’ottimismo sfrenato, e che sia molto difficile non esserne affetti. 

Questo porta spesso inevitabilmente a prendere decisioni proprio sull’onda delle emozioni, che però è l’esatto contrario di quanto bisognerebbe fare. 

Inoltre evidenzia come, in realtà, nessuno conosca il futuro e nessuno controlla questo mercato, pertanto ciò che sta cercando di fare è solamente mappare gli scenari più probabili in modo da essere preparati a ciò che potrebbe succedere in futuro così da evitare di essere dominati dalle emozioni e cercare di “agire invece di reagire”. 

Per questo motivo nessuna visione del mercato è mai certa al 100% e non bisogna scommetterci mai tutto, tanto che lo stesso Ulbricht afferma che, nonostante la sua previsione bearish sul breve termine, in realtà ci siano ancora possibilità rialziste, anche sul breve periodo. 

Il punto è che “non è necessario avere ragione il 100% delle volte per essere un investitore di successo”. 

A questo punto afferma esplicitamente che, sebbene sia ancora bearish sul breve termine, rimane invece ancora bullish a lungo periodo. 

Secondo Ulbricht la prossima onda potrebbe persino rivelarsi più impressionante delle precedenti, come accade spesso per le terze onde. 

A questo punto azzarda un’ipotesi, puramente teorica, che è in assoluto una delle più bullish che si sia mai vista proporre da chi segue a fondo questo mercato. 

Prendendo come riferimento la prima onda, che ha portato il prezzo da 0,06 $ a 20.000 $, con la moltiplicazione del prezzo di un fattore 333.333, e se la seconda onda, quella ribassista, dovesse riportare il prezzo a 1.000 $, allora se la terza onda fosse grande tanto quanto la prima potrebbe portare il prezzo di un singolo BTC a 333 milioni di dollari. 

Un tale prezzo corrisponderebbe ad una capitalizzazione di mercato di bitcoin di 7 quadrilioni di dollari, ovvero più di dieci volte l’attuale PIL di tutto il mondo. 

Questa ipotesi, totalmente teorica, suggerisce che sul lungo termine per bitcoin il limite è solo il cielo. 

Questa tuttavia non va presa come una previsione e comunque avrebbe come orizzonte temporale non alcuni anni, ma alcuni decenni. 

Inoltre, il fatto che l’ipotesi di un ritorno del prezzo di bitcoin a 1.000 $ non sia a dire il vero condivisa da molti analisti, getta qualche dubbio sulla reale qualità di questa analisi. 

 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.