Cos’è la blockchain di WAX?
Cos’è la blockchain di WAX?
Blockchain

Cos’è la blockchain di WAX?

By Alfredo de Candia - 13 Mag 2020

Chevron down

WAX, più che una blockchain, è una sidechain di EOS.

Nel panorama delle blockchain un posto importante viene infatti occupato dalle sidechain, dette anche sister chain, ossia blockchain che hanno preso le principali caratteristiche di un protocollo di consenso ma facendo alcune modifiche per risolvere alcuni punti deboli della blockchain di partenza.

Le sister chain si differenziano dai vari fork perché creano una catena da zero, senza costringere la catena principale a “forkare” e a seguire una o l’altra ideologia, (pensiamo alla diatriba sulla grandezza del blocco che ha portato alla nascita di Bitcoin Cash).

La blockchain di EOS e le sue sister chain

Una delle blockchain con maggiori progetti e sister chain è sicuramente quella di EOS, che annovera: 

  • WAX, 
  • BOS, 
  • Worbli, 
  • Telos, 
  • MEET.ONE, 
  • EOSFX, 
  • Proton,
  •  XEC, 
  • COFFE,
  • Remme. 

Tutte queste sister chain hanno apportato modifiche diverse rispetto a quella principale di EOS, come per esempio il numero di Block Producer (BP), il sistema di voto e così via.

La blockchain di WAX

WAX è un acronimo per Worldwide Asset Exchange (qui il whitepaper).

Le persone chiave di questa blockchain sono:

  • William Quigley, CEO;
  • Jonathan Yantis, COO;
  • Lukas Sliwka, CTO;
  • Malcolm CasSelle, Strategic Advisor.

Partiamo dai suoi dati macro:

  • Numero di blocchi: oltre 55 milioni;
  • Numero massimo di transazioni per secondo (tps) raggiunto: 1214;
  • Prezzo e market cap: $ 0,0032 e 118 milioni di dollari
  • Numero di account: oltre 485mila;
  • Transazioni giornaliere, 243mila con un record di oltre 7 milioni di transazioni.

La blockchain di WAX nasce con l’intento di creare, comprare, vendere e fare trading di asset virtuali, i classici NFT (Non Fungible Token), in maniera conveniente e sicura.

È già disponibile una piattaforma per convertire i token dei vari giochi, pensiamo al token PGL del gioco Prospectors o al token GEM del gioco WAXTycoon, che servono di fatto per monetizzare giocando.

La blockchain di WAX utilizza il protocollo di consenso DPoS (Delegated Proof of Stake) e quindi sono gli utenti, o per meglio dire i token holder, che votano i block producer, che in questa blockchain si chiamano WAX Guild.

Nello specifico abbiamo:

  • 21 WAX Guild attivi che, quando vengono selezionati, devono produrre i blocchi in un round da 126, ossia 6 blocchi per ognuno dei 21 WAX Guild;
  • 36 WAX Guild passivi o in standby che, anche se non attivi, potranno essere selezionati per produrre blocchi. In questo modo si possono identificare coloro che non hanno un hardware e quindi essere eliminati dalla produzione.

Il sistema di transazioni, staking e così via è identico a quello della main chain di EOS, quindi troviamo le 3 risorse principali di CPU, NET e RAM, che si potranno mettere in stake per guadagnare token WAX o viceversa.

Essendo basata per la maggior parte sul codice di EOS è possibile creare ed eseguire smart contract per lo sviluppo di dApp (applicazioni decentralizzate), che in questo caso sono molto convenienti grazie al prezzo del token WAX: infatti, a parità di risorse costa 7556 volte in meno che su EOS.

Un altro aspetto interessante è quello legato ad uno dei wallet largamente diffuso per interagire con questa blockchain, WAX Cloud Wallet. Si tratta di un wallet in cloud che permette sia di generare in maniera gratuita un account WAX sia di potervi accedere tramite Google e vari social network. Da questo wallet si possono controllare i vari token e gli NFT.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.