banner
Il successo di WordProof, il progetto basato su EOS
Il successo di WordProof, il progetto basato su EOS
Blockchain

Il successo di WordProof, il progetto basato su EOS

By Alfredo de Candia - 3 Giu 2020

Chevron down

Con un finanziamento di oltre 270mila euro WordProof annuncia di aver ricevuto sufficienti fondi per continuare il progetto per rendere sicuro il web e salvaguardare gli utenti dalle fake news.

È dall’anno scorso che WordProof, startup con base ad Amsterdam, ha una partnership con Worbli, sister chain di EOS, per portare il timestamp direttamente all’interno di WordPress e identificare in questo modo i contenuti per certificare quando e dove sono stati prodotti.

Ovviamente per mandare avanti un progetto del genere servono fondi e questi per fortuna non sono tardati ad arrivare: infatti, ben 275mila euro sono stati investiti dall’Noord-Holland Innovation Fund, iniziativa a stampo olandese con il supporto dell’Unione Europea al fine di supportare gli intraprendenti a sviluppare PoC (Proof of Concept) fornendo prestiti convertibili.

Il tool è già operativo su WordPress e adesso sarà ulteriormente sviluppato, ha sottolineato il CEO, Sebastiaan van der Lans:

“Il prestito convertibile del Noord-Holland Innovation Fund consente a WordProof di sviluppare ulteriormente l’ecosistema dei timestamp sulla blockchain. Inoltre, stiamo lavorando su tecniche per supportare i motori di ricerca nel riconoscimento di contenuti reali e non manipolati. L’obiettivo dell’ecosistema timestamp è quello di agevolare i motori di ricerca e le piattaforme dei social media con timestamp ai quali assegnare un valore. In questo modo, WordProof costruisce un nuovo livello di fiducia su Internet. Al momento WordProof offre già oggi un plugin WordPress (strumento per sviluppare facilmente siti web utilizzati dal 36% di tutti i siti internet) di facile utilizzo per i contenuti timestamp, il che permette di dichiarare la titolarità dei contenuti di un sito web e di mostrarne l’autenticità”.

La tecnologia di WordProof permetterà di risolvere il problema delle fake news, ha commentato  il direttore del fondo, Wouter Keij:

“La frode, le notizie false e altre dichiarazioni su internet di cui non è chiara l’origine, rappresentano una crescente preoccupazione per molti. La tecnologia di WordProof può risolvere questo problema. La soluzione ha funzionato in un ambiente tecnico e ora è il momento di dimostrare che la tecnologia funziona su scala più ampia. La soluzione di WordProof è universale e dovrebbe quindi essere possibile implementarla su scala globale”.

Come se non bastasse, WordProof ha ricevuto anche un contributo da $50mila da parte di EOS VC Fund di Block.one, azienda dietro allo sviluppo della blockchain di EOS, a dimostrazione che anche oltreoceano è stata riconosciuta la validità e la potenza di questo progetto.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.