banner
Kava: la piattaforma Defi sceglie BNB come collaterale
Kava: la piattaforma Defi sceglie BNB come collaterale
Defi

Kava: la piattaforma Defi sceglie BNB come collaterale

By Marco Cavicchioli - 9 Giu 2020

Chevron down

Il primo asset supportato come collaterale sulla piattaforma di prestito DeFi di Kava è Binance Coin (BNB) e prevede che gli utenti possano utilizzare BNB come garanzia per ottenere prestiti in USDX, la stablecoin di Kava

Kava è una piattaforma DeFi cross-chain, basata su Cosmos SDK, che può interagire con vari asset basati su diverse blockchain, come ad esempio BTC, ETH, XRP oppure BNB. 

Il primo asset a poter essere utilizzato come garanzia sarà BNB, così che attraverso Kava gli utenti di Binance Chain possano sfruttare i propri token BNB per accendere prestiti in stablecoin. 

Per promuovere l’iniziativa, i possessori di BNB che parteciperanno al conio di token USDX, depositando BNB e sottoscrivendo un prestito in questa stablecoin, potranno guadagnare dei premi grazie alla promozione Crypto Payday di Kava. 

Infatti ogni mercoledì, per un intero anno solare, verranno distribuiti dei token KAVA tra coloro che avranno immobilizzato BNB in garanzia e deterranno token USDX. 

In totale verranno distribuiti 74.000 KAVA, per un controvalore di circa 60.000 $, e la prima distribuzione avverrà il 24 giugno 2020. 

La cosa interessante della piattaforma DeFi di Kava è proprio il fatto che sarà possibile utilizzare asset su varie blockchain per ottenere prestiti in USDX. 

La scelta di iniziare con BNB non è casuale: infatti anche Binance Chain si basa su Cosmos SDK, e quindi la sua base di utenti potrebbe già conoscerne i vantaggi ed essere più facilmente in grado di adottare la piattaforma.

L’obiettivo di Kava è quello di eliminare il fastidio di utilizzare più piattaforme ed i conflitti tra i sostenitori delle varie blockchain e di diventare l’hub principale dell’intero ecosistema Cosmos.

Attualmente ad esempio per utilizzare Bitcoin come collaterale per generare token ERC20 della stablecoin DAI, basata su Ethereum, è necessario convertire i BTC in token ERC20 di pari valore, come WBTC o pBTC, e poi utilizzare questi come collaterale. 

Il processo prevede quindi un passaggio in più, che Kava vuole eliminare consentendo l’utilizzo diretto di asset di qualsiasi blockchain come collaterale per generare token USDX. 

La piattaforma di prestiti decentralizzati di Kava andrà online domani, 10 giugno 2020, e sarà disponibile tramite wallet ed exchange come Cosmostation, Forbole, Trust Wallet, e Frontier. 

I prossimi asset ad essere candidati per aggiungersi a BNB come collaterale di USDX sono BTC, XRP, e ATOM.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.