Ravencoin sotto attacco
Ravencoin sotto attacco
Sicurezza

Ravencoin sotto attacco

By Alfredo de Candia - 3 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Nelle ultime ore si è generato il panico quando alcuni utenti hanno riportato che la supply di Ravencoin (RVN) è stata creata dal nulla e senza che nessuno se ne accorgesse a causa di un attacco hacker.

Il team di Ravencoin ha tempestivamente informato la community di quello che stava accadendo e sta provvedendo già a risolvere la vulnerabilità scoperta, che a quanto pare permette di generare più coinbase per blocco, di solito fissato a 5000 RVN.

Prima di entrare nel dettaglio, spieghiamo questo progetto e diciamo subito che questa blockchain è specializzata nella creazione e nei trasferimenti peer-to-peer di asset.

Infatti, Ravencoin permette di creare e scambiare qualsiasi bene reale o digitale sulla sua rete. Il progetto ormai ha 2 anni di vita ed uno degli investitori è stato Bruce Fenton della Bitcoin Foundation.

Il team, ad attacco scoperto, ha precisato che questa vulnerabilità non permette a nessuno di rubare gli RVN degli utenti, ma permette di creare RVN dal nulla.

E purtroppo, mischiandosi agli altri, è praticamente impossibili bruciarli in qualche modo. In questo caso quindi si parla di un’inflazione creata dal nulla e non voluta, dato che la supply massima era fissata a 21 miliardi di RVN.

L’aggiornamento a cui il team sta ora lavorando permetterà alle transazioni fraudolente di non essere incluse nei blocchi, limitando il problema senza la necessità di effettuare un fork.

Purtroppo il danno è stato fatto e tutti i token in più, circa l’1,5% della supply totale, che equivalgono a 44 giorni di mining, sono stati già venduti e messi in circolazione, cosa che a quanto pare ha influenzato il mercato in quanto il prezzo dell’asset sta registrando una diminuzione graduale e adesso viene scambiato intorno a $0,018.

Il team non ha intenzione di rivelare i dettagli della vulnerabilità fino a quando non si sarà sistemato il problema per evitare che possa subire un secondo attacco.

Infine il team ricorda che nelle prossime ore la rete potrebbe avere dei problemi e se non si stabilizzerà allora sarà necessario riavviarla a partire da un blocco specifico.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.