Il Brasile frena i futures di Binance
Il Brasile frena i futures di Binance
Regolamentazione

Il Brasile frena i futures di Binance

By Alfredo de Candia - 7 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Ieri in Brasile è stato pubblicato un documento relativo a Binance e nello specifico dedicato ai futures, che spiega che l’exchange non avrebbe l’autorizzazione per fornire questo tipo di strumento.

Il documento è stato emanato dalla CVM (Comissão de Valores Mobiliários), ovvero la SEC brasiliana, che risponde alla Superintendence of Relations with Markets and Intermediaries. 

Il documento prende in esame l’offerta al pubblico di prodotti derivati che secondo la legge devono essere conformi all’articolo 15 della legge 6385 del 7 dicembre 1976, che in uno dei suoi paragrafi recita:

“Per quanto riguarda le istituzioni finanziarie e le altre società autorizzate ad effettuare contemporaneamente transazioni o servizi sul mercato delle security e sui mercati soggetti alla vigilanza della Banca Centrale del Brasile, i compiti della Commissione dei Titoli del Brasile saranno limitati alle attività regolamentate dalla presente legge e saranno eseguiti tenendo conto dei compiti della Banca Centrale del Brasile”.

Questo documento decreta quindi lo stop immediato per i futures offerti da Binance ai cittadini del Brasile. In caso ciò non avvenga verrà applicata una multa giornaliera di 1000 real brasiliani, ovvero poco meno di 200 dollari americani.

Il provvedimento è quindi chiaro e vieta all’exchange la vendita dei prodotti derivati.

Questi futures erano stati lanciati l’anno scorso e comprendevano diversi asset come Ethereum (ETH), quelli su Bitcoin (BTC), quelli sul token BNB e quelli basati su Zcash (ZEC), quindi un’offerta interessante e molto variegata.

A questo punto la parola passa a Binance che non ha commentato ancora la news, non chiarendo e se procederà per eliminare la vendita di futures in Brasile.

Anche questa volta assistiamo all’applicazione di leggi che frenano la diffusione di prodotti rivoluzionari basati su blockchain che non rientrano nella regolamentazione del sistema tradizionale.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.