I crypto ATM diventano illegali in Malaysia
I crypto ATM diventano illegali in Malaysia
Regolamentazione

I crypto ATM diventano illegali in Malaysia

By Alfredo de Candia - 10 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Con un annuncio di qualche giorno fa, la Securities Commission Malaysia (SC) ha reso noto che i crypto ATM sono illegali sul territorio perché chi ne vuole installare uno deve prima ottenere un’apposita licenza che, per ora, non è stata assegnata a nessuna azienda.

“La SC desidera avvisare il pubblico che gli enti che gestiscono gli ATM crypto sono considerati come operatori di Digital Asset Exchange (DAX), i quali richiedono la registrazione presso la SC. A questo proposito, la SC non ha autorizzato alcun soggetto a gestire gli ATM crypto”.

Inequivocabil quindi le parole della commissione, che sottolinea come tutti i crypto ATM nel paese non siano regolamentati e ne sconsiglia l’utilizzo.

La commissione mette in chiaro che questi dispositivi permettono di semplificare l’entrata o l’uscita dal mondo crypto, quindi comprando e vendendo asset digitali, per cui in Malaysia essi sono equiparati ai DAX (Digital Asset Exchange) che necessitano di licenza.

Per questi motivi, e per il fatto che nessuno di questi ha una licenza valida, la SC mette in guardia gli utenti che utilizzando questi dispositivi non ci sono sufficienti misure di sicurezza e nessuno può assicurare chi o cosa c’è dall’altra parte.

Infatti, si potrebbero utilizzare questi strumenti per riciclaggio o per convertire asset di dubbia provenienza che entrerebbero nelle mani dei malcapitati che utilizzano questi strumenti.

Oltre a questo avvertimento, ne viene fatto un altro nei confronti delle aziende che hanno installato questi crypto ATM: l’ordine è quello di cessare ogni attività e per chi deciderà di continuare ad operare senza licenza scatterà una sanzione salatissima di 10 milioni di RM, equivalenti ad oltre 2 milioni di euro, e la condanna fino a 10 anni di carcere.

La commissione ha predisposto un portale online in cui verificare se l’azienda che ha installato un crypto ATM abbia la licenza e invita a segnalare ogni attività sospetta o sito che compie questo tipo di attività.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.