banner
Nuovi record oggi per Ethereum
Nuovi record oggi per Ethereum
Trading

Nuovi record oggi per Ethereum

By Federico Izzi - 24 Lug 2020

Chevron down

Ethereum nelle ultime ore, dopo i massimi raggiunti ieri pomeriggio, ha visto i prezzi spingersi sino ad area 280 dollari, livelli di metà febbraio, ad un passo dai massimi del 2020, quando in quei giorni ETH registrò il record a 286 dollari.

Ethereum mette alle spalle il periodo critico che ormai sembra essere un ricordo, esploso da quei massimi, che si è esteso poi a metà marzo con la crisi del Covid. 

Bitcoin prova a tentare di dare qualche scossa al movimento che dallo scorso maggio sta ingabbiando i prezzo in un range tra 9.000 e 10.000 dollari. È un range che dall’inizio del mese di luglio mette in risalto un’oscillazione di circa il 6%. Su base mensile è lo scostatemento di prezzi più basso dal 2010. 

Ciò nonostante, Bitcoin ieri ha messo a segno la terza giornata positiva al rialzo, un evento che non accadeva dalla metà di maggio quando per tre giorni consecutivi, dal 12 al 14 maggio, i prezzi di BTC hanno vissuto tre giornate con il segno verde. Pur essendo due mesi fa, i prezzi erano pari a quelli attuali, 9.600 dollari. 

Bitcoin continua a rimanere sornione nonostante un mercato decisamente pimpante che viene guidato dai movimenti di Ethereum.

coin360 20200724
Fonte: COIN360.com

Ethereum, dopo aver visto nelle due precedenti settimane balzare agli onori della cronaca altre blockchain alternative quale Tezos (XTZ), Chainlink (LINK), Cardano (ADA) e Stellar (XLM), con il balzo delle ultime 48 ore torna a riprendersi la scena delle altcoin, con un rialzo che su base settimanale è il migliore delle prime 30, con una performance del +15%. 

Bisogna scendere in 31° posizione per trovare una performance migliore: è Balancer, token dell’ecosistema DeFI che sale del 40%.

DeFiPulse 20200724

DeFI: il TVL a 3,5 miliardi di dollari

Ethereum mette in evidenza quanto accade nel settore DeFi. La finanza decentralizzata sembra aver spiccato il volo, mettendo in ombra le performance di Bitcoin e attirando l’attenzione per il flusso di capitali che diventa sempre più importante.

Nelle ultime ore si registra un ulteriore ingresso di liquidità bloccata sulle dApp della DeFi con oltre 3,5 miliardi di dollari. È il rialzo più esteso di sempre. 

Solamente il 22 luglio, 2 giorni fa, il TVL (Total Value Locked) toccava per la prima volta nella sua storia i 3 miliardi di dollari. In sole 48 ore il TVL ha guadagnato oltre 500 milioni di dollari. Ciò indica che siamo davanti ad una nuova fase del mercato dopo quanto avvenuto nel 2017.

LEND 20200724

Aave, dopo aver conquistato la terza posizione, oggi scalza Compound in seconda con oltre 600 milioni di dollari bloccati in controvalore, alle spalle di Maker che dopo aver conquistato ad inizio settimana la prima posizione, mantiene il trono con 744 milioni di dollari. 

EDO PNT 20200724

Nel settore DeFi spicca il nuovo record per il token ex EDO, ora PNT, che ieri con il balzo delle ultime 12 ore ha sfiorato 1,30 dollari: sono i livelli più alti che il token non registrava da novembre 2018. 

Tra i rialzi di giornata oggi spicca Flexacoin (FXC) con +38% di rialzo. Flexacoin è un token che facilita i pagamenti istantanei in criptovaluta. Si può definire un progetto CeFI. Ultimamente ha integrato i pagamenti attraverso un’app e codice QR. Ciò viene premiato dal mercato con il prezzo del token che vola da 0,002 a 0,005 dollari, raddoppiando il valore in pochi giorni.

DigiByte (DGB) registra +5% come Maker (NKR). DigiByte beneficia della quotazione di Binance. 

La capitalizzazione totale è a 285 miliardi di dollari, merito delle altcoin, perché la capitalizzazione di Bitcoin è al palo ai livelli di fine giugno. 

La dominance del Bitcoin rimane sotto il 62%, livelli più bassi da luglio 2019. Ethereum sale al 10,6% di quota di mercato: sono i livelli più alti da maggio 2019. Rimane stabile la dominance di Ripple al 3,2%.

Opzioni e derivati: record per Ethereum

Il mercato frizzante delle ultime 24 ore torna a far salire anche gli scambi, che su Bitcoin registrano un controvalore che rimane poco sotto 1,7 miliardi di dollari, sono i massimi dall’inizio della settimana. Spiccano gli scambi di Ethereum sui mercati spot che ieri hanno registrato un controvalore di circa 1,3 miliardi di dollari. Sono i livelli più alti dal 10 maggio. 

Questo si riflette anche sui derivati, sia dei future che delle opzioni.

Ieri gli scambi sui future su Bitcoin sul CME hanno toccato i massimi dal 24 giugno. Anche le opzioni su Bitcoin registrano il picco più alto sull’open interest dal 25 di giugno, giorno in cui fu stabilito il record storico assoluto. Ieri è stato registrato un saldo di giornata di 1,6 miliardi di dollari. 

Ethereum registra il volume di scambi più alto su base giornaliera dal 1° maggio. Mentre l’open interest del volume aggregato sui future di Ethereum registra il record storico assoluto, record che riguarda anche le opzioni su Ethereum con oltre 240 milioni di dollari. 

BTC 20200724
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Nonostante aver provato a mettere la testa oltre i 9.600 dollari, Bitcoin continua a non dare un segnale rialzista in un’ottica di medio e lungo periodo. È necessario per BTC superare di slancio i 9.600 dollari, che non è solo una resistenza tecnica ma è anche il baluardo dove i professionisti in opzioni hanno evidenziato il primo livello da rompere in caso di rottura al rialzo.

Si conferma l’aumento delle coperture delle opzioni put che da ieri aumenta il rapporto con le call in 1:4. La prima protezione da rompere per invalidare la tenuta dei prezzi di Bitcoin sono gli 8.950-9.000 dollari.

ETH 20200724
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH) vicina ai record 2020

Il rialzo delle ultime ore rompe gli schemi di protezione di Ethereum posti tra i 255  e i 275 dollari. La rottura di questi due livelli fa scattare l’aumento delle coperture verso il basso aumentando il livello di protezione che sale a 245 dollari, ex resistenza ora supporto. 

Sarà questo il livello da monitorare sia per il fine settimana che per i prossimi giorni. Una tenuta dei prezzi sopra questi livelli confermerà la rottura dei 245-255 dollari, avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì. 

Ethereum si avvia a concludere la quarta settimana consecutiva al rialzo con minimi e massimi superiori dopo il rallentamento della settimana scorsa che è stato annullando dallo slancio delle ultime 48 ore. Un recupero che porta ETH ad un passo da aggiornare il record di febbraio, 287 dollari, record dell’ultimo anno. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.