Pesanti perdite per i brand svizzeri per il Covid-19
Pesanti perdite per i brand svizzeri per il Covid-19
Fintech

Pesanti perdite per i brand svizzeri per il Covid-19

By Marco Cavicchioli - 6 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

I 50 brand svizzeri di maggior valore potrebbero perdere oltre 15 miliardi di franchi a causa di Covid-19. 

Infatti concentrandosi su quelli facenti parte della classifica Brand Finance Switzerland 50 2020, si stima una perdita cumulativa fino all’11% del valore dei brand, corrispondente ad un calo di oltre 15 miliardi CHF rispetto al 1° gennaio 2020. 

La stima è stata pubblicata nel medesimo report di Brand Finance, che rivela anche che Nestlé è ancora al primo posto per valore del brand, con 20,2 miliardi CHF, mentre Sika è il brand in più rapida crescita, con un aumento del 64%, e Rolex è quello più forte, con un Brand Strength Index (BSI) di 89,8 su 100. 

Inoltre il Global Finance 2020, sempre di Brand Finance, rivela che tra i 500 brand di maggior valore al mondo, il calo potrebbe addirittura arrivare ad 1 trilione di franchi. 

Brand Finance ogni anno calcola il valore dei 5.000 maggiori brand del del mondo, ed i 50 maggiori brand svizzeri vengono inclusi nel report Brand Finance Switzerland 50. 

Per valore del brand intendono il vantaggio economico netto che i proprietari del brand otterrebbero concedendolo in licenza sul mercato aperto. La forza del marchio invece viene misurata come l’efficacia delle prestazioni di un brand rispetto ai suoi concorrenti, per quanto concerne misure immateriali. 

L’impatto del Covid sui brand svizzeri

Quest’anno Brand Finance ha anche stimato l’impatto di Covid-19 sul valore dei brand, rispetto alla situazione al 1° gennaio 2020. 

Per quanto riguarda i brand svizzeri, Nestlé mantiene il primato, addirittura con un aumento del valore del 6%, mentre il secondo, UBS, vale meno della metà (9,1 miliardi CHF).

A tal proposito il Direttore della valutazione di Brand Finance, Alex Haigh, ha commentato:

“La risposta e la resilienza di Nestlé allo scoppio dell’epidemia di Covid-19 hanno dimostrato perché il brand è davvero leader sia sul territorio nazionale che a livello globale. Ottenere una solida crescita in un periodo di turbolenze testimonia l’agilità e la forza del brand. Con Brand Finance che calcola che l’industria alimentare è uno dei pochi settori che dovrebbero vedere un impatto limitato dalla pandemia, Nestlé sembra sicuramente essere in una posizione forte per resistere alla tempesta”. 

Per quanto riguarda Sika, il brand è salito dalla 39° alla 29° in Svizzera, arrivando ad 1,4 miliardi di franchi di valore. 

L’azienda ha addirittura registrato un nuovo record di vendite, e completato diverse acquisizioni, senza mostrare segni di rallentamento.

Rolex rimane il brand svizzero più forte, con un valore di 7,8 miliardi di franchi ed un punteggio del Brand Strength Index (BSI) di 89,8 su 100 ed un corrispondente rating di elite AAA+.

In particolare il brand ha ottenuto ottimi risultati in diverse metriche chiave, come la familiarità e le raccomandazioni. Il brand continua a posizionarsi all’avanguardia nel sentiment dei consumatori, grazie a sponsorizzazioni di alto profilo di eventi sportivi seguiti da milioni di persone, tra i quali Wimbledon e la Formula 1.

Durante il lockdown l’azienda è stata costretta a chiudere le sue fabbriche per 60 giorni, con una perdita di produzione di circa 160.000 orologi.

 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.