Bloomberg: la Bitcoin mania è tornata
Bloomberg: la Bitcoin mania è tornata
Bitcoin

Bloomberg: la Bitcoin mania è tornata

By Marco Cavicchioli - 6 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo Bloomberg sembrerebbe essere tornata la Bitcoin mania. 

È quanto si legge in un articolo pubblicato ieri sul sito ufficiale di Bloomberg che inizia proprio dicendo: 

“La Bitcoin mania sembra essere tornata quasi in piena fioritura”. 

L’articolo evidenzia come in questo momento storico il prezzo di bitcoin sia di nuovo in crescita, insieme ad altri asset di rischio, come le azioni, ed all’oro, ora ai massimi storici.

Secondo Bloomberg, dopo aver superato per breve tempo nello scorso fine settimana i 12.000 $ per la prima volta da un anno a questa parte, e dopo il flash crash che lo ha riportato brevemente a quasi 10.000 $, il prezzo di bitcoin si starebbe rapidamente avvicinando di nuovo al livello dei 12.000 $.

Secondo il Chief Market Strategist di Miller Tabak & Co, Matt Maley, qualora il prezzo ora scendesse per poi risalire e sfondare la resistenza dei 12.000$, lo scenario potrebbe diventare decisamente bullish. 

Bloomberg fa anche notare che recentemente il day-trader azionario Dave Portnoy, fondatore di Barstool Sports, ha pubblicato un tweet in cui si dice pronto a conoscere bitcoin, invitando i gemelli Winklevoss a spiegarglielo.

A dire il vero, l’articolo in questione è molto scarno, talmente tanto che non vi sono dati o ragionamenti a supporto dell’ipotesi che stia tornando la Bitcoin mania. 

Ma sicuramente non è un caso che abbiano deciso di pubblicarlo, visto che è dedicato esplicitamente e specificamente a questa ipotesi. 

bitcoin mania grafico

È di nuovo Bitcoin mania

D’altronde già l’anno scorso, quando venne annunciato il progetto Libra di Facebook a giugno, per un paio di mesi sembrò essere tornata la Bitcoin mania, per poi però dileguarsi nel momento in cui si scoprì che il progetto Libra era ben lungi dall’essere qualcosa di concreto. 

Ma quest’anno i movimenti al rialzo del prezzo di bitcoin non sembrano essere dovuti a circostanze esterne ed estemporanee. Sembrano invece connessi a ragioni più profonde e strutturali, ovvero ai fondamentali della politica monetaria di bitcoin, ed in particolare all’halving avvenuto l’11 maggio. 

Inoltre, la notevole resilienza mostrata a marzo, durante e soprattutto dopo il crollo dei mercati finanziari, ha gettato una nuova luce sulla capacità di bitcoin di assorbire gli shock e resistere ai crolli, tanto che forse gli scettici riguardo la sua tenuta sul lungo periodo stanno diminuendo. 

A tal proposito, non è assurdo immaginare un cambio di prospettiva anche da parte di Bloomberg stessa.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.