banner
Bitcoin ai massimi di sempre in Brasile, Turchia ed Argentina
Bitcoin ai massimi di sempre in Brasile, Turchia ed Argentina
Bitcoin

Bitcoin ai massimi di sempre in Brasile, Turchia ed Argentina

By Marco Cavicchioli - 10 Ago 2020

Chevron down

Il valore di bitcoin in Brasile, ovvero in real brasiliani, è già tornato ai massimi di sempre. 

Infatti, mentre gli investitori stanno aspettando che BTC torni sui massimi di sempre a quota 20.000 dollari, in alcuni paesi ai massimi di sempre ci è già tornato. 

Alcune valute fiat da dicembre 2017, ovvero dai massimi storici del prezzo di bitcoin in dollari, hanno perso molto valore, e questo fa sì che, mentre il massimo storico in dollari americani sia ancora lontano, si siano invece appena registrati i nuovi massimi storici in real brasiliani, lire turche e peso argentini. 

Lo rivela Arcane Research su Twitter, dove condivide un proprio grafico che mostra come per queste tre valute il valore attuale di bitcoin abbia raggiunto i massimi di sempre. 

Prendendo il primo gennaio 2018 come riferimento, ovvero quando BTC valeva circa 14.000$, da allora ad esempio il valore di bitcoin in real brasiliano (BRL) è cresciuto del 5%, mentre in peso argentini (ARS) è aumentato addirittura del 169%, ovvero quasi triplicato. 

Non solo Brasile: Bitcoin in Turchia ed Argentina

Per quanto riguarda la lira turca (TRY) invece il prezzo attuale è superiore del 20% a quello del primo gennaio 2018. 

Invece in dollari americani è ancora inferiore del 37%, ma negli ultimi 32 mesi il dollaro non si è svalutato molto. Nel medesimo periodo, il peso argentino ha perso il 75% del suo valore rispetto al dollaro, mentre la lira turca ha perso il 50% ed il real brasiliano il 40%. 

A causa di queste svalutazioni, bitcoin nei confronti di queste valute si è rivalutato parecchio, tanto da essere tornato ai massimi storici, o ben oltre. 

In altri termini un brasiliano che abbia acquistato bitcoin in piena bolla speculativa, pagando in real, se non li ha ancora venduti ora si trova in portafoglio bitcoin che in real valgono il 5% in più, mentre un argentino che li ha acquistati in peso oggi si ritrova con una plusvalenza del 169%, ed un turco del 20%. Chi invece li ha acquistati in dollari in quel periodo, con l’intenzione di rivenderli in dollari, si trova con una minusvalenza del 37%. 

In realtà, il calcolo corretto andrebbe fatto sul loro reale potere di acquisto, perché il potere di acquisto delle valute fiat di Brasile, Argentina e Turchia in questi 32 mesi si è ridotto sensibilmente. Ciò non è però sufficiente ad affermare che in quei paesi il potere di acquisto di bitcoin sui mercati al consumo sia effettivamente cresciuto. 

Anzi, visto che il valore in dollari è diminuito, è possibile che rispetto alla bolla speculativa di fine 2017 il potere di acquisto reale di bitcoin sia diminuito, ma se lo si confronta con il valore che aveva appena prima che la bolla si innescasse, ovvero a fine ottobre 2017 quando valeva circa 6.000$, è aumentato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.