banner
Quando il FATF chiama: Gibilterra aggiorna il quadro normativo DLT
Quando il FATF chiama: Gibilterra aggiorna il quadro normativo DLT
Regolamentazione

Quando il FATF chiama: Gibilterra aggiorna il quadro normativo DLT

By Giorgi Mikhelidze - 26 Set 2020

Chevron down

La commissione per i servizi finanziari dello stato di Gibilterra (GFSC) ha adattato le proprie regolamentazioni relative al funzionamento della tecnologia dei registri distribuiti (DLT) al fine di raggruppare le più recenti giurisdizioni della Financial Action Task Force (FATF). 

La GFSC ha dichiarato ciò per rispondere alla rapida evoluzione della blockchain. Le agenzie stanno cercando di proteggere i loro clienti offrendo al tempo stesso il sostegno alle aziende. Queste nuove normative comprendono le regole sui viaggi. 

Hanno in mente gli asset virtuali. Hanno anche bisogno di fare migliori resoconti delle transazioni. Le aziende dovranno aggiornare le informazioni sia per gli investitori che per i clienti in merito ai rischi legati agli asset virtuali. 

Secondo il GFSC, hanno raggiunto 13 imprese e tutte hanno già ottenuto la licenza. Gibilterra è leader nell’industria delle criptovalute, soprattutto per quanto riguarda le normative. 

A proposito di Gibilterra e DLT

Gibilterra è il regolatore dei servizi finanziari nel mercato globale. Sono estremamente responsabili e attenti al loro lavoro. Gibilterra promuove le imprese di qualità e cerca di proteggere i clienti e gli investitori dalle aziende che sono poco trasparenti nel loro settore. Hanno iniziato a regolamentare nel 2014. 

Attualmente le aziende devono registrarsi per poter far parte di questa realtà. Le aziende devono soddisfare determinati requisiti e hanno anche bisogno di una buona reputazione tra i clienti. 

Nuove linee guida 

Recentemente, il 17 settembre Gibilterra ha aggiornato il suo quadro normativo. In passato, sono stati criticati per non aver fatto abbastanza per proteggere le aziende partner, così ora stanno cercando di avere una naturale evoluzione dei principi normativi definiti. 

I rischi virtuali sono diventati sempre più frequenti, per questo motivo sono necessari requisiti aggiuntivi. 

Perché Gibilterra?

Non sorprende che Gibilterra sia un bersaglio per le truffe. Dopo 6 anni di esistenza, hanno introdotto un regime di regolamentazione per le aziende blockchain e da allora l’industria del trading ha attratto un certo numero di aziende leader del settore. 

La loro reputazione supera ogni aspettativa. Sono uno dei centri di finanza avanzata che vanta un certo potere di persuasione nei confronti delle aziende crypto promettenti. Gibilterra dispone di una solida capacità di ricerca della qualità in ogni campo, il che può includere alcune attività scorrette. 

Il loro obiettivo è quello di essere selettivi e di attrarre gli operatori che sanno quanto sia importante adottare i vantaggi commerciali e reputazionali derivanti dal successo sotto un governo qualificato come quello dello stato di Gibilterra. 

La gente sta anche ammirando Gibilterra per i suoi punti di forza nell’affrontare lo sviluppo delle tecnologie e dei pagamenti, utilizzando una struttura moderata per filtrare alcune aziende dal mercato. 

Questa struttura si sta concentrando su regole che permettono lo sviluppo delle aziende secondo i loro metodi. A volte le aziende aspettano i 15 mesi per ottenere l’approvazione di un regolamento del quale hanno bisogno. Con questa autorizzazione, sono accolte apertamente e la gente le rispetta e si fida di più di loro. Queste leggi stanno alzando gli standard quando si tratta di essere autorizzati nella crypto economy. 

Questo è un aiuto per le future aziende affinché si sentano sicure nel mercato mondiale. Inoltre, il periodo di sperimentazione di Gibilterra con l’industria crypto è il momento perfetto. 

Come ottenere la licenza DLT 

La DLT sta permettendo alle aziende blockchain di essere in regola a Gibilterra. Dispongono di una licenza crypto. Per avere questa licenza bisogna pagare 2.000 sterline per presentare la domanda. Dopo di che, il GFSC analizzerà la società e vedrà in che modo è in linea con i requisiti.  Ci vuole un po’ di tempo, ma per rendere l’intero processo più semplice, i seguenti punti saranno utili:

  • Valutare la strategia aziendale
  • Presentare la prima domanda 
  • Aggiornare la domanda in base al feedback del GFSC
  • Presentare la domanda finale 

Per avere la licenza DLT, è necessario implementare un modello di business legittimo che consenta la connessione con i clienti. Dopo di che, è necessario considerare alcuni dei rischi del mercato e gli obiettivi di cui hanno bisogno per soddisfare gli standard del sistema di sicurezza. 

Tassazione dei progetti crypto nello stato di Gibilterra

Le tasse dipendono dal reddito. Nel caso del Canada, si parte dal 25% e si arriva al 50%. In Giappone, è dal 15% al 55%. I progetti crypto pagano solo il 10% del loro reddito aziendale. 

Naturalmente, è possibile iniziare a fare trading senza alcuna licenza in altri paesi, ma apparirà sospetto, ed è sempre meglio trovare un trader o una società che offra ai propri clienti quella sicurezza in più. Questo perché è difficile mantenere la stabilità del mercato finanziario.

Giorgi Mikhelidze
Giorgi Mikhelidze

Giorgi è un software developer che vive in Georgia con due anni di esperienza nel trading sui mercati finanziari. Ora lavora per aumentare la conoscenza della Blockchain nel suo Paese e cerca di condividere le sue scoperte e ricerche con quanta più gente possibile.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.