banner
Piattaforme di prestito crypto a confronto
Piattaforme di prestito crypto a confronto
Defi

Piattaforme di prestito crypto a confronto

By Guest post - 26 Set 2020

Chevron down

La finanza decentralizzata (DeFi) è il nuovo fulcro dello spazio crypto secondo CryptoManiaks

Il motivo è facile da capire: le persone con grandi posizioni HODL possono guadagnare un flusso costante di interessi dai loro fondi, mentre le persone che hanno bisogno di un prestito possono evitare la verifica del credito e ottenere direttamente l’importo del prestito.

Anche The Cryptonomist ha un utile archivio di articoli sullo spazio DeFi e su tutte le innovazioni in corso. In questo articolo, tuttavia, ci concentreremo sul confronto di alcune piattaforme di prestito crypto disponibili nel 2020. 

Che cos’è la DeFi?

Partiamo dalle basi. Del resto, non tutti conoscono il mondo DeFi. Per chi lo conosce e vuole saltare questa spiegazione, sentitevi liberi di farlo.

Coinbase definisce la DeFi e le relative piattaforme in modo semplice:

“Le operazioni di queste imprese non sono gestite da un’istituzione e dai suoi dipendenti, bensì le regole sono scritte con codice (o smart contract, come accennato sopra). Una volta che lo smart contract viene implementato nella blockchain, le dApp della DeFi possono funzionare da sole con un intervento umano minimo o addirittura inesistente (anche se normalmente gli sviluppatori sostengono spesso le dApp con aggiornamenti o correzioni di bug)”.

Questa capacità di eseguire transazioni finanziarie su smart contract Ethereum dà a questo settore finanziario la possibilità di essere decentralizzato.

La decentralizzazione porta diversi vantaggi: 

  • sicurezza, 
  • trasparenza,
  • commissioni più basse. 

Lo spazio DeFi ha anche innovato in materia di risparmio e di prestiti.

Un prestatore è una persona che possiede criptovalute. Può voler guadagnare interesse da esse invece di lasciarle a prendere polvere. Perciò le criptovalute vengono messe su una piattaforma DeFi e hanno la possibilità di accumulare un interesse che va dal 3% al 15% o più a seconda della valuta depositata.

Tassi d’interesse di questo tipo sono migliori di quelli offerti dalle banche. Una rivista finanziaria chiamata SmartAsset sottolinea il perché:

“Secondo la FDIC, il tasso d’interesse medio nazionale sui conti di risparmio è attualmente pari allo 0,06% APY. Questo vale sia per i depositi medi che per i depositi jumbo (saldi superiori a 100.000 dollari).

Mentre una volta era facile trovare un conto di risparmio presso la propria banca locale che offrisse tassi superiori al 3%, i tassi sono scesi precipitosamente in seguito alla Grande Recessione, con il tasso nazionale che è sceso a circa lo 0,22% per i depositi medi nel 2009. Il calo dei tassi è dovuto in gran parte al fatto che la Federal Reserve ha abbassato i tassi nel dicembre 2008 e li ha mantenuti stabili fino al 2015. Nel 2018 la Fed ha effettuato quattro rialzi dei tassi, che hanno contribuito ad aumentare le APY sui conti di risparmio. Tuttavia, sono scesi tre volte nel 2019″.

Tassi di risparmio così bassi sono sicuri di persistere in futuro, poiché la FED continua a mantenere bassi i tassi d’interesse a causa di COVID.

Coloro che vogliono un prestito approfittano della DeFi.

I mutuatari non hanno bisogno di una verifica del credito. Anzi, con una piattaforma DeFi, possono semplicemente mettere le loro criptovalute come garanzia collaterale mentre prendono in prestito fondi per le loro esigenze.

Tenendo tutto questo in considerazione, quali sono le piattaforme di prestiti crypto che possiamo paragonare nel 2020?

Piattaforme DeFi per il prestito crypto a confronto nel 2020

YouHodler è una società fondata nel 2018. Sono una delle poche piattaforme DeFi che offrono assicurazioni attraverso il loro Ledger Vault. Questo programma personalizzato di assicurazione che protegge criptovalute per un massimo di 150 milioni di dollari è gestito da Arch UK Lloyds of London syndicate.

Avere i depositi e le garanzie collaterali assicurati è piuttosto importante, in quanto lo spazio DeFi è nuovo e quindi potrebbe ancora rappresentare un rischio di hack e truffe. 

YouHodler offre anche depositi in fiat (USD, EUR, CHF, GBP), crypto (BTC) e prestiti in stablecoin (USDT, USDC, TUSD, PAX, PAXG). 

Offrono tassi di interesse ai prestatori tra il 3% e il 12% APR, a seconda della valuta depositata. Ciò dimostra che hanno tassi di interesse abbastanza competitivi, offerti ai clienti che vogliono guadagnare con le loro criptovalute.

L’altra piattaforma a cui paragonare YouHodler è la nota azienda DeFi chiamata BlockFi.

BlockFi non offre tassi di interesse così elevati come YouHodler. Infatti, offrono dal 3,2% all’8,6% su BTC, ETH, LTC, LTC, USDC, GUSD e PAX – una scelta di monete più piccola rispetto a YouHodler.

Tuttavia, BlockFi è presente sul mercato da più tempo (dal 2017) e utilizza Gemini per proteggere gli asset finanziari dei propri clienti. 

Gemini è una società fiduciaria autorizzata a New York che si sottopone a regolari controlli bancari ed è soggetta alle norme di cybersecurity del Dipartimento dei Servizi Finanziari di New York. 

Naturalmente ci sono molte altre piattaforme DeFi in circolazione, ma queste due sono attualmente in cima alle classifiche. Molte altre potrebbero essere truffe – come Yfdexf.Finance che ha rubato 20 milioni di dollari ai propri clienti. 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.