banner
Yearn finance: cos’è e a cosa funziona la coin YFI?
Yearn finance: cos’è e a cosa funziona la coin YFI?
Defi

Yearn finance: cos’è e a cosa funziona la coin YFI?

By Marco Cavicchioli - 3 Ott 2020

Chevron down

Yearn.finance è un ecosistema decentralizzato che utilizza servizi di prestiti DeFi esterni per ottimizzare i propri prestiti ed ha una sua coin che si chiama YFI.

Esistono diversi protocolli DeFi che consentono di erogare o ottenere prestiti in token, ed ognuno offre rendimenti ed interessi diversi. 

Chi offre i propri token a questi protocolli perchè vengano dati in prestito, in modo da guadagnare interessi, spesso deve cambiare protocollo per spostare i propri token su quelli che offrono rendimenti maggiori. 

Ognuna di queste azioni richiede due transazioni sulla blockchain di Ethereum, aumentando i costi. 

La soluzione proposta da Yearn.finance è un paniere autobilanciante che consente ai suoi utenti di non dover compiere queste operazioni, che invece vengono compiute dal protocollo decentralizzato stesso. 

Infatti quando si depositano token su questo protocollo si ottengono in cambio degli yTokens, che vengono periodicamente ribilanciati in automatico in modo da essere composti dai token dei servizi di prestito DeFi più redditizi. 

In particolare i token di prestito che vengono composti all’interno degli yTokens sono quelli di Aave, Compound, Dydx e Fulcrum. 

Su Curve.fi è possibile trovare ad esempio i seguenti yTokens: yDAI, yUSDC, yUSDT, yTUSD. Ognuno consente di dare in prestito i relativi token con sui si possono acquistare (DAI, USDC, USDT, TUSD), e consentono di guadagnare, oltre agli interessi, anche le commissioni di trading sullo stesso DEX Curve.fi. 

La particolarità che ha reso celebre Yearn.finance però è un’altra, ovvero la sua coin di governance YFI. 

Infatti il suo valore ha avuto una crescita incredibile in pochissimi mesi, andata di pari passo con la crescita del TVL, ovvero il valore totale immobilizzato nel suo protocollo DeFi. 

Il protocollo è stato lanciato a febbraio 2020, e fino al 18 luglio non aveva mai superato i 10 milioni di dollari di TVL. 

A partire proprio da quel giorno è stato lanciato sui mercati crypto il token di governance YFI, con un prezzo iniziale di circa 34$. 

Il giorno successivo il prezzo di YFI aveva già superato i 1.000$, mentre nel giro di una settimana il TVL schizzava ad oltre 340 milioni ed il prezzo ad oltre 3.000$. 

Dopo un temporaneo ritracciamento, il TVL ha iniziato una nuova crescita, arrivando ad un picco massimo di quasi un miliardo di dollari a fine agosto. 

Nel frattempo il prezzo del token, nel medesimo periodo, saliva fino a quasi 39.000$. 

A settembre invece il TVL è prima diminuito, e poi risalito fino a quasi 950 milioni di dollari, mentre invece il prezzo di YFI prima è sceso, e poi è risalito toccando un nuovo massimo storico ad oltre 43.000$ il 12 settembre. 

Questo token viene distribuito solamente agli utenti che forniscono liquidità con determinati yToken, non ha pre-mining, non ha avuto una prevendita, non prevedeva distribuzione al team di sviluppo. 

Infatti Yearn.finance vuole essere un protocollo veramente decentralizzato, tanto che qualsiasi modifica al suo ecosistema viene effettuata tramite proposte e votazioni on-chain.

Uno dei motivi dell’incredibile successo sui mercati crypto del token YFI è la sua scarsità. Infatti ne esistono in circolazione solo 30.000 unità, ovvero ad esempio tremila volte meno dei token SUSHI, e quasi cinquemila volte meno dei token UNI. 

La scarsità di questi token ha generato una penuria di offerta sui mercati, e visto che la domanda era elevata, il loro prezzo è salito alle stelle. 

Di fatto si è trattato di uno dei primi casi di yield farming in ambito DeFi, e anche uno dei casi di maggior successo, visto che tra i protocolli DeFi è al settimo posto per TVL, davanti ad esempio a Synthetix, Balancer e SushiSwap.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.