I Rothschild comprano Bitcoin, oppure no
I Rothschild comprano Bitcoin, oppure no
Bitcoin

I Rothschild comprano Bitcoin, oppure no

By Eleonora Spagnolo - 15 Ott 2020

Chevron down

Un articolo pubblicato oggi che riprende un vecchio lancio di Forbes, rivela che i Rothschild avrebbero comprato Bitcoin. 

In esso viene mostrato un documento già pubblicato ad agosto da Forbes (senza alcun clamore) in cui si legge che la Rothschild Investment Corp. avrebbe acquistato Bitcoin tramite il Grayscale Bitcoin Trust. In totale avrebbero investito 235.000 dollari nel fondo. L’articolo in realtà dice che avrebbero comprato anche 27 Bitcoin, senza però citare alcuna fonte. 

Subito la notizia ha iniziato a spopolare su Twitter. Ma va presa con cautela. 

Chi sono i Rothschild

I Rothschild sono una storica famiglia di banchieri europea, con ramificazioni in Austria, Germania, Italia e Regno Unito.

Considerata una delle famiglie più ricche al mondo, il ramo inglese vanta la N M Rothschild & Sons. Nata a Londra nel 1810 è oggi considerata tra le 10 maggiori banche del mondo. 

I Rothschild che hanno comprato Bitcoin… non sono i Rothschild

Ma a quanto pare la Rothschild Investment Corp di cui parla Forbes non ha nulla a che vedere con la famiglia di banchieri Rothschild. 

Per svelare l’arcano bisogna tornare indietro fino al 1995, e per la precisione ad un articolo del New York Times che gioca proprio con i grandi nomi della finanza. In esso si ricordano anche numerose aziende che pur avendo nomi di grandi brand finanziari, non hanno nulla a che vedere con gli originali. In esso si legge testualmente: 

“Monroe Rothschild fondò Rothschild Securities nel 1905. Non ha mai vantato un legame con la famiglia di banchieri, ha dichiarato suo nipote, Robert S. Karger, a capo dell’azienda”.

L’incipit dell’articolo è altrettanto chiaro: 

“Nomi simili che creano un’aura istantanea di credibilità non sono nuovi per le istituzioni finanziarie, secondo le autorità di regolamentazione dei titoli di stato. Ma le nuove società di intermediazione con nomi che risuonano con una storia illustre, forse anche involontariamente, offrono l’opportunità di confusione tra gli investitori”.

Effettivamente il sito di Rothschild Investment Corporation ripercorre la storia del fondatore Monroe Rothschild che creò la Rothschild & Company nel 1908 (e non nel 1905), a Chicago, dunque ben lontano da dove la famiglia storica dei Rothschild tiene i suoi affari. In essa non si menzionano mai i banchieri e del resto la Rothschild Investment Corporation non è una banca ma un’azienda di investimenti, che offre servizi di gestione patrimoniale e piani pensionistici. Niente di strano che abbia scelto anche Bitcoin per servire i suoi clienti. 

Altra cosa che slega la Rothschild Investment Corporation dai Rothschild originali è il simbolo. Nelle varie aziende legate alla famiglia Rothschild torna sempre lo stemma con cinque frecce. Nella Rothschild Investment Corporation non c’è nulla che rimandi ad esso. 

In realtà non è la prima volta che si diffonde la notizia che i Rothschild (quelli veri) hanno investito in Bitcoin, ma ogni volta i documenti originali riportano sempre la dicitura della Rothschild Investment Corp di Chicago. 

Insomma, se l’originaria famiglia Rothschild ha veramente investito in Bitcoin, al momento non lo ha fatto sapere. Certo non stupirebbe, considerando che sempre più investitori istituzionali sembrano amare le criptovalute. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.