banner
Monaco diventa Smart City grazie alla blockchain
Monaco diventa Smart City grazie alla blockchain
Blockchain

Monaco diventa Smart City grazie alla blockchain

By Marco Cavicchioli - 12 Nov 2020

Chevron down

È iniziato a Monaco di Baviera, in Germania, un progetto per trasformare la città in una SmartCity grazie a Fetch.ai e Datarella. 

Fetch.ai è un laboratorio di intelligenza artificiale con sede a Cambridge che sta costruendo una rete decentralizzata basata su blockchain per l’apprendimento automatico di infrastrutture intelligenti, mentre Datarella è una società che fornisce soluzioni blockchain industriali. 

Oggi le due società hanno annunciato il lancio di una sperimentazione sulle infrastrutture di zonizzazione di Monaco.

La sperimentazione verrà lanciata nei Connex Buildings ed utilizzerà servizi di digitalizzazione multi-agente di intelligenza artificiale, basati su blockchain, per sbloccare i dati e fornire soluzioni di mobilità intelligente nelle sue proprietà immobiliari in centro città. 

Al momento dell’implementazione, Fetch.ai AEA (Autonomous Economic Agents) sosterrà l’uso sostenibile ed efficiente delle infrastrutture cittadine grazie ad un’applicazione in cui verranno negoziati automaticamente i prezzi dei parcheggi tra i loro proprietari e coloro che ne stanno cercando uno. 

Gli utenti potranno anche guadagnare premi in valute digitali se sceglieranno parcheggi meno frequentati o richiesti, o se non utilizzeranno affatto il parcheggio in alcuni giorni. 

In questo modo gli utenti saranno incentivati ​​a ridurre il traffico individuale verso gli uffici Connex grazie ad un sistema di ricompense misurato con l’utilizzo dei parcheggi: ogni utente regolare di un parcheggio infatti verrà ricompensato con una certa quantità di token per ogni minuto in cui non lo utilizzerà. 

L’obiettivo è quello di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e soprattutto ridurre l’impronta di carbonio della città, visto che Fetch.ai e Datarella prevedono che l’implementazione di massa delle infrastrutture della Smart City potrebbe comportare una riduzione delle emissioni di CO2 di 34.000 tonnellate all’anno. 

Il CEO di Fetch.ai, Humayun Sheikh, ha dichiarato: 

“Fetch.ai fornisce un framework decentralizzato per la creazione e la personalizzazione di agenti AI autonomi per svolgere complesse attività di coordinamento. La nostra visione è connettere le economie digitali e reali per consentire l’automazione su una rete decentralizzata, e cambiare il modo in cui utilizziamo i dati. 

Supponendo che ci sia una riduzione del 10% nell’uso delle auto solo a Monaco, la città vedrebbe una riduzione delle emissioni di CO2 di 34.000 tonnellate all’anno. Esteso fino a coprire tutta la Germania, ciò equivale a 1,7 milioni di tonnellate di riduzione di CO2 all’anno. Questa soluzione per smart city ha il potenziale per penetrare in mercati enormi semplicemente attingendo ai dati scartati ed utilizzandoli in modo efficiente”.

Il CEO di Datarella, Michael Reuter, ha aggiunto: 

“I proprietari, come ad esempio il Consiglio Comunale, sono interessati ad ottimizzare la gestione dei parcheggi, per consentire la disponibilità a tutti i dipendenti degli edifici aziendali, organizzando il flusso del traffico e prevenendo gli ingorghi dei pendolari. Il nostro sistema incentiva l’uso comunitario del trasporto pubblico attraverso un sistema di distribuzione di token, riducendo al contempo la congestione che è responsabile di gran parte delle emissioni di CO2 di Monaco”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.