banner
Prezzo Bitcoin: il confronto con i record del 2017
Prezzo Bitcoin: il confronto con i record del 2017
Bitcoin

Prezzo Bitcoin: il confronto con i record del 2017

By Marco Cavicchioli - 13 Nov 2020

Chevron down

In questi ultimi mesi del 2020 il prezzo di Bitcoin sta seguendo un trend simile a quello del 2017?

A fine settembre 2017 il prezzo di BTC era di circa 4.300$. Dopo un mese era già salito ad oltre 6.300$, ovvero, durante il solo mese di ottobre era salito del 47%. 

Ma il vero e proprio boom partì a novembre, tanto che il mese si concluse con un prezzo di 10.400$, e con un guadagno del 63%, mentre a dicembre toccò il picco massimo storico a quota 20.000$, per poi chiudere il mese a 14.800$, con un guadagno del 42% rispetto a fine novembre. 

Ebbene, il trend del 2020 in realtà è differente, seppur per certi versi simile.

A fine settembre il prezzo era di 10.800$, mentre ottobre si è chiuso a 13.400$, con un guadagno del 24%. In altri termini ottobre 2020 è stato un mese di crescita sostenuta, così come ottobre 2017, ma questa è stata circa la metà rispetto a quella di tre anni fa. 

Novembre 2020 non si è ancora concluso, ma prendendo come riferimento i primi 12 giorni del mese, il guadagno rispetto alla chiusura di ottobre è stato del 20%, mentre nel 2017 addirittura si verificò un calo del 7% del prezzo di bitcoin nei primi 12 giorni del mese. 

Anche confrontando le performance dei primi dieci mesi dell’anno non c’è corrispondenza. 

Al 31 ottobre 2017 infatti il guadagno rispetto al primo gennaio era già del 538%, mentre nel medesimo periodo del 2020 è stato dell’88%. 

Ci sono invece maggiori similitudini con il 2016, l’anno del secondo halving di Bitcoin (nel 2020 c’è stato il terzo). 

Il prezzo di BTC a fine settembre 2016 era di 608$, salito poi a 698$ a fine ottobre, con un guadagno del 14%, ed a 703$ il 12 novembre, con un ulteriore guadagno dello 0,12%. 

Rispetto ad inizio anno il prezzo a fine ottobre era cresciuto del 60%, con una performance solo di poco inferiore a quella del 2020. 

Pertanto il trend del prezzo di bitcoin in questi ultimi mesi del 2020 sembra più simile a quello degli ultimi mesi del 2016, che non a quello di fine 2017. 

Il prezzo di Bitcoin nel 2017: la bolla speculativa

D’altronde a fine 2017 si era innescata una vera e propria gigantesca bolla speculativa sul prezzo di bitcoin, che scoppiò letteralmente dopo aver toccato il massimo storico, il 17 dicembre, facendo ripiombare il prezzo a 6.000$ ad inizio febbraio 2018, ai livelli di inizio novembre 2017. 

A fine 2016 invece si formò solamente una mini-bolla che riportò il prezzo sopra i 1.100$ il 4 gennaio 2017, per poi rintracciare momentaneamente fino a 780$ l’11 gennaio, e tornare successivamente a crescere. 

Non è da escludere che anche fine 2020 possa portare ad una situazione simile, con il prezzo che potrebbe velocemente tornare sui massimi di sempre, attorno a quota 20.000$, per poi ritracciare. 

Ne è convinto anche Anthony Pompliano che ha twittato

“Ci sono stati solamente 12 giorni nella storia di Bitcoin in cui il prezzo è stato superiore a quello di oggi. Presto saranno zero”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.