banner
Hardware wallet: Ledger leader di un mercato da 180 milioni
Hardware wallet: Ledger leader di un mercato da 180 milioni
Wallet

Hardware wallet: Ledger leader di un mercato da 180 milioni

By Marco Cavicchioli - 25 Nov 2020

Chevron down

Ledger è il leader del mercato degli hardware wallet. 

Secondo un recente report di ReportLinker si tratterebbe di un mercato valutato 178,20 milioni di dollari nel 2019, con la prospettiva di superare i 660 milioni annui entro il 2025. 

Oltre a Ledger, fondata nel 2014, le altre società principali di questo mercato sono Trezor, fondata nel 2013, e Ellipal, fondata più di recente, ovvero nel 2017. 

La crescita sostenuta di questo mercato è iniziata soprattutto a dicembre 2017, ovvero nel momento in cui un gran numero di nuovi utenti hanno acquisito criptovalute e si sono posti il problema della loro conservazione. 

Il fatto è che, con il continuo aumento nel corso del tempo delle persone che possiedono più criptovalute, sta aumentando anche la domanda di hardware wallet, in maniera esponenziale. 

Inoltre le aziende produttrici stanno innovando, mettendo sul mercato dispositivi che supportano più valute e tecnologie wireless. 

Un altro motivo che sta spingendo questa domanda sono i numerosi hack subiti dagli exchange, che spingono inevitabilmente molti utenti ad optare per soluzioni di custodia differenti e più sicure, in particolare offline. 

Ledger e il mercato degli hardware wallet

Gli hardware wallet sono cold wallet estremamente sicuri quando non connessi alla rete, a patto di conservare con estrema cura il seed. 

Ad esempio la stessa Ledger a luglio 2020 confermò che il database del proprio sito era stato violato, con il furto di 1 milione di indirizzi e-mail ed alcuni documenti. Nonostante ciò però nessun fondo di nessun utente dei loro dispositivi è stato influenzato da questo hack. 

La pandemia del 2020 ha ulteriormente fortificato questi trend, anche grazie alla maggiore necessità di ricorrere a pagamenti in formato elettronico. 

Tuttavia l’adozione delle criptovalute come mezzo di pagamento nei negozi fisici procede ancora lentamente. 

Un aiuto potrebbe venire dalla tecnologia NFC, già utilizzata ad esempio da molte carte di credito, che rende possibile i pagamenti anche con l’utilizzo di cold wallet non connessi ad Internet, come ad esempio proprio gli hardware wallet. 

Per questo motivo il report ipotizza che nei prossimi anni questa tecnologia potrebbe aiutare la diffusione delle criptovalute come mezzi di pagamento.

L’area in cui il mercato degli hardware wallet è maggiormente in crescita è l’Asia-Pacifico, in particolare grazie alla crescente tendenza della digitalizzazione dei pagamenti in paesi come India, Giappone e Corea del Sud. 

Si tratta comunque nel suo complesso di un mercato solo moderatamente frammentato, sebbene vi siano diversi player sia globali che regionali che competono per ottenere attenzione in uno spazio abbastanza compresso. 

Le barriere per l’ingresso di nuovi operatori risultano però essere basse, pertanto diversi nuovi operatori sono stati in grado di entrare in questo mercato di recente con prodotti ricchi di funzionalità a prezzi competitivi.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.