banner
Bitcoin ha rimbalzato sul ritracciamento di Fibonacci 61,8%
Bitcoin ha rimbalzato sul ritracciamento di Fibonacci 61,8%
Bitcoin

Bitcoin ha rimbalzato sul ritracciamento di Fibonacci 61,8%

By Marco Cavicchioli - 30 Nov 2020

Chevron down

Nei giorni scorsi il prezzo di bitcoin è sceso, per poi rimbalzare fino al livello di ritracciamento di Fibonacci 61,8%. 

Dopo aver superato i 19.250$ è sceso velocemente fino a circa 16.500$. Tuttavia è rimasto su questi livelli solamente per un giorno, dopodichè è rimbalzato. 

Esaminando il grafico a 4 ore emerge chiaramente come questo rimbalzo, avvenuto tra il 28 ed il 29 novembre, si sia fermato attorno alla linea della media mobile a 50 periodi. 

Questa linea, rispetto al prezzo massimo di quest’anno, ovvero circa 19.400$ toccati il 25 novembre, si trova solo poco sotto il livello di ritracciamento Fibonacci 61,8%, a circa 18.210$. 

Tuttavia, dopo essere rimasto per quasi tutta la giornata del 29 novembre su questi livelli, ha provato una prima volta a superare i 18.300$ nella serata del medesimo giorno, ma è stato respinto. 

Nel corso della notte ha provato un secondo assalto, stavolta riuscito con successo, tanto che questa mattina il prezzo di bitcoin si è spinto addirittura oltre quota 18.600$, per poi riposizionarsi sottoquota 18.500$. 

Da notare che l’indice RSI, rimasto in zona iper-comprato fino al 25 novembre, con il calo del 26 novembre è tornato sotto quota 75, ovvero a livelli simili a quelli di metà ottobre, quando il prezzo era di poco superiore agli 11.000$. 

Bitcoin, attenzione al ritracciamento di Fibonacci

Alcuni analisti suggeriscono che la quota da osservare con maggiore cura in questi giorni siano proprio i 18.210$ di Fibonacci 61,8%: un consolidamento sopra questo livello potrebbe suggerire un’ulteriore spinta verso l’alto.

Santiment fa anche notare come il calo del prezzo di BTC del 26 novembre sia avvenuto in contemporanea ad un picco di USDT inviati agli exchange. 

Per la precisione, non appena il calo è iniziato, si è verificato un significativo incremento di USDT in ingresso sugli exchange, come se alcuni grandi possessori di Tether dollar avessero reagito al calo depositando USDT per acquistare BTC. 

Questo picco di afflussi è terminato in contemporanea al raggiungimento della quota di prezzo di 16.500$. 

Un tale comportamento suggerirebbe un atteggiamento bullish da parte di chi aveva significative risorse in USDT, perchè potrebbe aver deciso di utilizzarle per acquistare BTC a prezzi inferiori a quelli precedenti, in attesa di un successivo rialzo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.