banner
Perché Bitcoin sta crescendo: le ragioni fondamentali
Perché Bitcoin sta crescendo: le ragioni fondamentali
Bitcoin

Perché Bitcoin sta crescendo: le ragioni fondamentali

By Giorgi Mikhelidze - 30 Nov 2020

Chevron down

Dall’inizio dell’anno il tasso di cambio di Bitcoin è aumentato di 11.000 dollari e solo nell’ultimo mese la criptovaluta è aumentata di oltre la metà. Il 21 novembre il prezzo ha raggiunto i 18.600 dollari, ma perché Bitcoin sta crescendo?

Prima del record del dicembre 2017, sembrava che nulla potesse più sorprenderci, ma ci sbagliavamo.

Che succede con Bitcoin – crescita giustificata o inflazione della prossima bolla? In questo articolo daremo uno sguardo alle possibili ragioni.

Secondo respiro

Bitcoin ha iniziato l’anno a 7.177 dollari nel dicembre 2018. Da marzo a ottobre 2020, il prezzo è salito soltanto.

Dall’inizio di novembre, il prezzo di Bitcoin è sceso leggermente, ma le fluttuazioni sono insignificanti.

Ci sono diverse ragioni per l’aumento del prezzo-

Bitcoin sta crescendo perché interessa agli investitori istituzionali

La differenza principale rispetto al 2017 è che ora viene investito denaro istituzionale in Bitcoin, mentre nel 2017 il prezzo aveva alimentato la domanda dei privati.

Va detto che soprattutto in Europa l’aumento del prezzo di Bitcoin è stato accolto con grande soddisfazione. L’interesse per l’industria del Forex che si sta sviluppando rapidamente è uno dei motivi principali. Dato che sempre più persone si dedicano al trading, i migliori broker forex europei offrono anche il trading con crypto e gli investitori lo vedono come un’opportunità per ampliare le loro attività.

Instabilità nel mondo 

La pandemia del coronavirus sta facendo diminuire la fiducia nelle valute tradizionali e nei mercati azionari. Alcuni cominciano a percepire Bitcoin come il nuovo oro. In particolare per via del numero limitato di Bitcoin. Questa posizione è condivisa dal finanziere e analista di JPMorgan Nikolaos Panigirtzoglou.

Verso il mainstream

Le criptovalute sono un bene altamente redditizio, ma molto instabile. Entrare nel mainstream conferisce maggiore fiducia agli investitori.

Square, una società di soluzioni di pagamento, ha investito l’1% del proprio patrimonio in Bitcoin. MicroStrategy, sviluppatore della piattaforma di business analytics, ha investito 425 milioni di dollari delle sue riserve in Bitcoin. E il sistema di pagamento americano PayPal consentirà di vendere e acquistare bitcoin utilizzando i normali conti PayPal. 

I clienti del sistema potranno pagare con Bitcoin in 26 milioni di punti vendita, dove viene accettato PayPal, scrive la BBC.

Il progresso di Bitcoin verso un mezzo di pagamento gli darà il riconoscimento finale, ha dichiarato in un commento il direttore degli investimenti di AJ Bell, Russ Mold.

Paura di perdere qualcosa di importante

Ha detto il trader John Sohn alla BBC.

“Sempre più persone stanno iniziando a comprare Bitcoin per non lasciarsi sfuggire la crescita, e solo allora iniziano a scoprire che cos’è”, 

In seguito agli investitori istituzionali, ancora una volta l’interesse sta tornando verso Bitcoin. Alcuni esempi includono personaggi famosi, come l’attrice che ha interpretato Arya Stark in “Game of Thrones” Maisie Williams, il co-fondatore di Skype Jaan Tallinn, il co-fondatore di Intercom Eoghan McCabe e altri che dichiarano di essere interessati in Bitcoin o di averlo già comprato.

Un asset affidabile o una bolla abituale

Tutti vedono cosa sta succedendo, ma gli esperti esterni non hanno un’opinione comune sul futuro della criptovaluta.

Bitcoin non è la scelta migliore per chi teme l’instabilità delle valute tradizionali come il dollaro.

Il responsabile dei prodotti globali del Gruppo Citibank, Tom Fitzpatrick, invece, prevede una crescita ancora maggiore per Bitcoin. Egli prevede che il prezzo salirà a 318.000 dollari entro la fine del 2021. Ma prima di allora, ci saranno grandi fluttuazioni.

Nella previsione, Fitzpatrick si ispira alla storia della crescita dell’oro negli anni Settanta, quando è passato da 25-30 dollari a 1900 dollari per oncia. Bitcoin è ancora meglio dell’oro in alcune caratteristiche, ritiene Fitzpatrick – non bisogna pensare a dove conservarlo fisicamente e come trasportarlo.

Bloomberg, al crescere del prezzo di bitcoin, presta più attenzione alla criptovaluta nelle pubblicazioni, ma esprime opinioni diverse. Se in ottobre sulle pagine della pubblicazione è apparsa una previsione dell’analista Mike McGlone con l’ipotesi che la moneta crescerà (anche se non così audace come quella di Fitzpatrick) e che entro il 2025 potrà raggiungere il prezzo di 100.000 dollari, al momento attuale il tono è più contenuto.

In una delle pubblicazioni, la criptovaluta è definita “una delle più folli manie del mercato”. Ma lo spazio crypto è ancora molto rischioso: i portafogli vengono hackerati, i Bitcoin vengono utilizzati per il riciclaggio di denaro sporco.

D’altra parte, la fondamentale debolezza di Bitcoin come valuta e mezzo di risparmio non ha ancora eliminato nulla, e la crescita del tasso sembra gonfiare un’altra bolla, osserva Bloomberg in un altro articolo. Ma questo non significa necessariamente che crollerà nel 2021.

 

Giorgi Mikhelidze
Giorgi Mikhelidze

Giorgi è un software developer che vive in Georgia con due anni di esperienza nel trading sui mercati finanziari. Ora lavora per aumentare la conoscenza della Blockchain nel suo Paese e cerca di condividere le sue scoperte e ricerche con quanta più gente possibile.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.