banner
Google down in tutto il mondo
Google down in tutto il mondo
News dal Mondo

Google down in tutto il mondo

By Alfredo de Candia - 14 Dic 2020

Chevron down

Il colosso del digitale Google, e tutti i suoi servizi sono andati in down; questo significa che sia YouTube, Google Docs ma anche Gmail sono stati completamente inutilizzabili per diversi minuti.

I paesi maggiormente colpiti da questo problema sono stati Italia, Francia, Inghilterra, Giappone, parte degli Stati Uniti e parte del Brasile.

Google down: un legame con l’attacco al Dipartimento del Tesoro USA

In molti si stanno chiedendo da cosa sia dipeso questo problema e puntano il dito contro quanto sta subendo il Dipartimento del Tesoro USA, che proprio in queste ore sta subendo un attacco molto sofisticato da parte di qualche organizzazione criminale, forse proveniente dalla Russia, anche se l’ambasciata russa in USA ha respinto al mittente le accuse.

Parliamo di un attacco così sofisticato che secondo alcune fonti potrebbe ripetersi e ampliarsi.

La blockchain come soluzione

Se da un lato abbiamo un down totale delle piattaforme centralizzate con a capo Google, per cui tutto l’ecosistema digitale che usiamo è offline, dall’altro possiamo vedere che tutti questi problemi si potrebbero risolvere con la decentralizzazione.

Infatti, la blockchain potrebbe essere una soluzione che risolverebbe problemi di questo tipo. Non dimentichiamo che ci sono diverse piattaforme blockchain che operano in modo decentralizzato, come per esempio Everipedia, oppure le tante piattaforme per i video decentralizzati o per il salvataggio e condivisione dei dati come BitTorrent.

Fa sorridere il commento di Blockfolio nei confronti del dipartimento del tesoro:

Anche se il problema è stato solo temporaneo, non tutti i servizi si sono ripresi, questo ci fa capire cosa succede quando ci affidiamo solo ed esclusivamente a piattaforme centralizzate, come ad esempio i pagamenti che facciamo con carta di credito ed altri sistemi digitali, una vera catastrofe che la blockchain potrebbe risolvere.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.