banner
Bitcoin in rialzo vicino ai record
Bitcoin in rialzo vicino ai record
Trading

Bitcoin in rialzo vicino ai record

By Federico Izzi - 15 Dic 2020

Chevron down

Dopo aver ritracciato e sfiorato i 17.500 dollari tra venerdì e sabato, Bitcoin ha rimesso la marcia al rialzo e in queste ultime ore si riporta a 19.500 dollari, vicino al record raggiunto il 1 dicembre ad un passo dai 20.000 dollari, record storico assoluto. 

Bitcoin, un rialzo sospetto

Gli occhi sono puntati su Bitcoin proprio per questo recupero che da un lato insospettisce, dall’altra parte riporta il sentiment ai livelli più alti degli ultimi giorni. 

L’indice fear and greed è da oltre un mese, da inizio novembre, che oscilla oltre i 90 punti, tranne rari casi che hanno visto appunto una discesa poco sotto questa soglia per poi essere subito recuperata. È la prima volta che si registrano oscillazioni così durature, e questo tra i motivi che sostengono questo rialzo in corso.

coin360 20201215
Fonte: COIN360.com

Un rialzo che oggi viene seguito dalla maggior parte dei token. Infatti, poco oltre il 60% delle crypto oggi è in territorio positivo. Spiccano tra le migliori Bitcoin Cash (BCH), +2,6% e fa meglio Binance Coin (BNB) +3,6%. 

Tra le prime 100 i migliori rialzi sono quelli di Aave e Algorand (ALGO), entrambe in crescita del 7% dai livelli di ieri

Insospettiscono i volumi che rimangono buoni anche se non a livelli record di inizio mese, con livelli di scambi medi giornalieri a 145 miliardi di dollari

È sospetto perché i rialzi di Bitcoin portano a 2,3 miliardi di scambi in controvalore in dollari, che sono sotto la media degli scambi da inizio mese. È il secondo giorno su tre consecutivi che gli scambi di BTC sono inferiori a 2,5 miliardi. È un’indicazione che non si registrava dai primi giorni di dicembre, dopo l’esplosione registrata con i record di inizio mese. Anche Ethereum, nonostante la domenica decisamente pimpante per i volumi, ieri è scesa sotto il miliardo di dollari scambiati.

Il market cap torna sopra i 560 miliardi di dollari, inferiore ai 590 registrato il 1 dicembre, ma nonostante le difficoltà si stabilizza sui massimi degli ultimi 2 anni.

Bitcoin si mantiene sopra una quota di mercato del 63%, con Ethereum stabile all’11,8% mentre invece Ripple scende al 4%, livello più basso dall’ultima settimana di novembre dopo il forte allungo di fine novembre – inizio dicembre che ha riportato la quota di mercato oltre il 5%.

XRP 20201215

Ripple è ancora sotto l’attacco delle prese di beneficio dopo il forte balzo che il 24 novembre ha visto un forte rally che in meno di una settimana ha portato i prezzi a moltiplicarsi di 2,5 volte. Dopo aver sfiorato gli 80 centesimi Ripple ha iniziato la discesa che vede battagliare il prezzo in area 50 centesimi. In queste ore RIpple va sotto la quota psicologica di 0,5 dollari, a 48 centesimi.

DeFiPulse 20201215

DeFi in rialzo

La DeFi torna nuovamente a ridosso del record dei 15 miliardi stabilito esattamente una settimana fa. Merito di un incremento anche se lieve dei prezzi di Ethereum, ma anche al numero di ETH che continuano a crescere anche se con intensità inferiore rispetto a quella registrata tra ottobre e novembre. Gli ETH immobilizzati sulla DeFi salgono nuovamente oltre i 7 milioni, livello che non si registrava dall’ultima settimana di novembre. 

Leader del mercato è Maker con 2,6 miliardi, segue WBTC e poi Aave che sale in 3° posizione scavalcando Compound, 5° è Uniswap. 

BTC 20201215
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin reagisce dopo aver toccato i minimi tra venerdì e sabato sfiorando i 17.500 dollari, riportandosi ad un passo dai record storici del 1 dicembre. 

Il segnale in ottica di breve periodo è forte, ma in ottica di medio periodo e sulla base dell’attuale ciclo trimestrale iniziato tra fine settembre ed inizio ottobre, è una fase delicata che darà nei prossimi giorni indicazioni più chiare se il prezzo riuscirà a superare agevolmente i 20.000 dollari, mettendo a segno un nuovo record per le feste di Natale. 

È una caratteristica che è mancata al settore delle criptovalute che ha sempre visto la seconda parte del mese di dicembre sempre caratterizzata da difficoltà.

Al rialzo è importante la rottura dei 20.000 dollari, che deve essere sostenuta da volumi più importanti di quelli degli ultimi giorni. Al ribasso è da monitorare i minimi di fine settimana scorsa in area 17.500 dollari, area dove stanno crescendo le coperture da parte delle strategie in opzioni.

ETH 20201215
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum si riporta ad un passo da 600 dollari, soglia psicologica più che tecnica. Quella da monitorare sono 615-620 dollari. Prima di questo livello ogni oscillazione è in un contesto impostato al rialzo anche se dopo i massimi raggiunti il 1 dicembre, si registrano dei minimi lievemente inferiori. Questo è un segnale che nel breve indica incertezza mentre nel medio non scalfisce il trend che rimane decisamente impostato al rialzo. 

La soglia del supporto dinamico che rimane dopo quello statico dei 480 dollari, sono i 420 dollari, trendline che accompagna il movimento al rialzo dai minimi di marzo e che unisce i minimi crescenti di questi otto mesi. 

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.