banner
Ken Jennings è un bitcoiner
Ken Jennings è un bitcoiner
Bitcoin

Ken Jennings è un bitcoiner

By Marco Cavicchioli - 12 Gen 2021

Chevron down

Dopo la scomparsa di Alex Trebek, storico conduttore del celeberrimo quiz americano Jeopardy! fin dal 1984, a subentrargli nella conduzione per ora è Ken Jennings. 

Jennings, che ha iniziato le riprese delle nuove puntate già a novembre 2020, sebbene la prima puntata con la sua conduzione sia stata trasmessa ieri, è un bitcoiner di lungo corso.

Infatti già il 22 dicembre del 2017, in piena bolla speculativa, twittava

“Fammi solo indossare la mia nuova maschera di Guy Fawkes con intarsi di diamanti in oro 24k, andare online e vedere quanto Bitcoin sia salito la scorsa notte…”. 

Inoltre nel febbraio successivo, quando la bolla speculativa era ormai scoppiata, scrisse:

“chiamami bitcoin perchè il mio valore è sceso del 50% da ieri”.  

Tra l’altro ultimamente Bitcoin è anche entrato per ben due volte tra le risposte alle domande di Jeopardy. 

Ne ha parlato il trader crypto The Wolf Of All Streets, che ha postato due domande del celebre quiz che avevano come risposta Bitcoin. 

La prima il 9 gennaio, e la seconda il giorno successivo

Entrambe queste domande sono state poste durante il cosiddetto The Greatest of All Time (GOAT) di Jeopardy!, andato in onda proprio a gennaio 2020, e vinto da Ken Jennings.

Ken Jennings, i quiz e i tweet

Jennings infatti non è solamente il più grande campione di sempre di Jeopardy!, ma è anche in assoluto il concorrente di quiz televisivi che abbia vinto di più nell’intera storia della televisione, con un montepremi totale di oltre 5 milioni di dollari.

La sua striscia di 74 vittorie consecutive a Jeopardy! nel 2004 è ancora oggi la striscia di vittorie più lunga in questo quiz, e Jennings negli USA è a tutti gli effetti una vera e propria celebrità. 

Tuttavia in passato ha subito diverse critiche proprio per alcuni suoi tweet. Ha uno stile molto personale, poco formale, e spesso semplicemente scrive ciò che pensa senza preoccuparsi troppo delle conseguenze, tanto che a dicembre ha dovuto persino pubblicare un tweet di scuse in cui diceva: 

“Ehi, volevo solo ammettere che nel corso degli anni su Twitter, ho sicuramente twittato alcune cose poco artistiche e insensibili. A volte nella mia testa suonavano come uno scherzo, e sono rimasto sgomento nel vedere come venivano poi fuori sullo schermo”. 

Non ha comunque mai dovuto scusarsi per i suoi tweet su Bitcoin.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.