banner
Il 2021 sarà finalmente l’anno di un ETF su bitcoin?
Il 2021 sarà finalmente l’anno di un ETF su bitcoin?
Bitcoin

Il 2021 sarà finalmente l’anno di un ETF su bitcoin?

By Marco Cavicchioli - 20 Feb 2021

Chevron down

In realtà il 2021 è già l’anno di un ETF su bitcoin, ma non in USA. 

Infatti il 18 febbraio 2021 è stato lanciato un ETF su bitcoin in Canada. Si chiama Purpose Bitcoin ETF (BTCC) ed è scambiato alla borsa di Toronto giovedì.

Trattandosi di un fondo disponibile sia in dollari canadesi che in dollari USA è possibile che venga utilizzato anche da investitori o speculatori statunitensi, e se ciò avvenisse potrebbe spianare la strada anche ad un ETF su bitcoin lanciato su qualche borsa USA. 

In effetti ad esempio in l’Europa ci sono già diversi derivati simili scambiati in borsa, mentre negli USA non ve ne sono ancora, ed il BTCC è in assoluto il primo del Nord America.

Ma il mercato in assoluto più importante per bitcoin sono gli Stati Uniti d’America, pertanto il fatto che all’estero esistano già ETF simili risulta essere meno importante del fatto che invece in USA non ve ne siano. 

Sicuramente il successo, o il fallimento, dell’ETF canadese potrebbe avere conseguenze anche sulle decisioni della SEC a riguardo. 

Va ricordato che fino ad ora tutte le proposte simili inviate alla Securities and Exchange Commission statunitense sono state bocciate o ritirate, anche se ciò è avvenuto in un contesto differente. 

Gli investitori istituzionali vogliono gli ETF su Bitcoin

A partire dal 2020 molti investitori istituzionali sono entrati nel mercato crypto, e questo sta nettamente cambiando lo scenario. Nonostante ciò, la SEC però sembra ancora piuttosto dubbiosa nei confronti di un ETF su bitcoin negli USA, anche e soprattutto perché si tratterebbe di un prodotto destinato agli investitori retail. 

Per quanto riguarda gli istituzionali esistono già diversi prodotti che consentono loro di prendere posizione sui mercati crypto, alcuni dei quali anche abbastanza evoluti. Quello che manca nel mercato USA è uno strumento per gli investitori retail che consenta loro di prendere posizione facilmente, senza doversi occupare dell’acquisto e della conservazione dei token.

Ma lo scenario è talmente cambiato negli ultimi 12 mesi che c’è chi scommette che questo potrebbe essere l’anno buono. Ad esempio pochi giorni fa New York Digital Investment Group (NYDIG) ha fatto una nuova richiesta alla SEC riguardo l’approvazione del suo NYDIG BITCOIN ETF, lanciato in collaborazione con Morgan Stanley. 

Non dimentichiamo che di recente è anche cambiata la presidenza dell’agenzia governativa statunitense che vigila sui mercati finanziari. 

Il lancio sulle borse USA di un ETF su bitcoin darebbe istantaneamente a decine di milioni di persone la possibilità di esporsi su BTC in modo estremamente rapido e facile. In realtà esistono già ad esempio della App che consentono di farlo, come Robinhood, ma sono rivolte ad una fascia d’età decisamente inferiore rispetto a coloro che in genere detengono grandi patrimoni. 

Il fatto che già durante il primo giorno degli scambi l’ETF di Toronto abbia dato chiari segnali di un forte interesse suggerisce che potrebbero esserci realmente buone probabilità che la SEC ne approvi uno per gli USA già nel 2021. 

Ma l’ottimismo in questo caso spesso risulta essere eccessivo, così come lo è stato ad esempio negli ultimi due o tre anni.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.