banner
ETF su bitcoin: coinvolta anche Morgan Stanley
ETF su bitcoin: coinvolta anche Morgan Stanley
Bitcoin

ETF su bitcoin: coinvolta anche Morgan Stanley

By Marco Cavicchioli - 17 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Morgan Stanley risulta essere coinvolta nell’ennesimo tentativo di lanciare un ETF su bitcoin.

Dopo i vari tentativi del passato, tutti falliti, questa volta è New York Digital Investment Group (NYDIG) a fare richiesta alla SEC per l’approvazione del suo NYDIG BITCOIN ETF. 

Nel documento ufficiale della richiesta si legge esplicitamente:

“Il Partecipante Autorizzato iniziale è Morgan Stanley & Co. LLC”. 

In altre parole qualora l’ETF venisse approvato, Morgan Stanley venderà al pubblico azioni il cui prezzo rifletterà quello di bitcoin. Tali azioni saranno negoziate sulla borsa NYSE Arca con un simbolo ancora da definire.

In passato ci sono stati diversi altri tentativi di far approvare un ETF su bitcoin alla SEC, ma nessuno è andato in porto. Inoltre i tempi di attesa per un verdetto sono stati molti lunghi, pertanto è difficile immaginare che la SEC questa volta si comporti in modo differente. 

Tuttavia nel frattempo è cambiata la presidenza dell’agenzia statunitense che supervisiona i mercati azionari, e sebbene quella nuova sembri essere rigorosa, è possibile che dia all’agenzia stessa un nuovo indirizzo nei confronti di prodotti derivati di questo tipo. 

Morgan Stanley, un ETF su Bitcoin per gli investitori retail

Infatti se da un lato esistono già molti derivati su bitcoin destinati ad investitori qualificati sui mercati USA, dall’altro ne esistono ben pochi destinati agli investitori retail. Un ETF sarebbe rivolto proprio anche agli investitori dilettanti occasionali, ed è per questo motivo che la SEC ha sempre avuto estrema prudenza nell’approcciare queste proposte. 

Tra l’altro NYDIG per la gestione di questo ETF acquisterà e conserverà BTC, ed è già attiva da qualche tempo nel settore crypto. 

Inoltre di recente il capo dei mercati emergenti e capo stratega globale di Morgan Stanley, Ruchir Sharma, ha dichiarato che ritiene che le criptovalute siano qui per rimanere in qualità di asset class seria, e sullo stesso sito web di Morgan Stanley la scorsa settimana è stato pubblicato un rapporto intitolato “Perché le criptovalute stanno uscendo dall’ombra” che di fatto propone a tutti gli effetti bitcoin come un investimento su cui ha senso ragionare. 

Pertanto l’ingresso di Morgan Stanley nel mercato crypto è ormai cosa acclarata, così come l’accettazione delle criptovalute come asset interessanti all’interno del sistema finanziario USA. Diventa insomma sempre più difficile immaginare operatori di tale settore che possano decidere di star fuori dal mercato crypto.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.