banner
Chiusa la causa contro Tether e Bitfinex
Chiusa la causa contro Tether e Bitfinex
Altcoin

Chiusa la causa contro Tether e Bitfinex

By Marco Cavicchioli - 23 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La causa del procuratore di New York contro Tether e Bitfinex si è conclusa. 

Lo riferisce direttamente il sito ufficiale del procuratore, Letitia James, che rivela di aver vietato l’attività di Bitfinex nello Stato di New York. 

Il procuratore ha dichiarato: 

“Bitfinex e Tether hanno coperto sconsideratamente e illegalmente enormi perdite finanziarie per mantenere il loro piano in corso e proteggere i loro profitti. 

L’affermazione di Tether secondo cui la sua valuta virtuale era sempre completamente sostenuta da dollari USA era una bugia. Queste società oscuravano il vero rischio che gli investitori dovevano affrontare ed erano gestite da persone ed entità prive di licenza e non regolamentate che operavano negli angoli più oscuri del sistema finanziario”.

Inoltre l’indagine dell’Ufficio del Procuratore generale (OAG) ha rilevato che USDT non è sempre stata completamente supportata da dollari americani, con  iFinex, Bitfinex e Tether che avrebbero rilasciato false dichiarazioni a riguardo. 

Alla fine la causa si è risolta con un accordo tra le parti, a causa del quale iFinex, Bitfinex e Tether dovranno cessare qualsiasi ulteriore attività commerciale nello Stato di New York, pagare 18,5 milioni di dollari di sanzioni, ed aumentare la trasparenza. 

Di fatto si tratta di un successo per gli accusati, sia perchè se la cavano con un’ammenda, sebbene salata, sia perchè possono continuare ad operare al di fuori dello Stato di New York. Basti pensare che il problema originario era dovuto alla sparizione di 850 milioni di dollari, mentre l’ammenda è di 18,5 milioni. Se Bitfinex è sopravvissuta ad un ammanco di 850 milioni di dollari nel 2018, non dovrebbe avere particolari problemi a sborsare 18,5 milioni nel 2021. 

Infatti il valore del suo token LEO oggi è cresciuto di valore, in controtendenza rispetto al mercato crypto ribassista, facendo registrare un +11% rispetto a ieri. Negli ultimi sette giorni ha guadagnato il 36%, mentre negli ultimi 12 mesi il 111%.

Persino USDT è salito di valore oggi al diffondersi della notizia della chiusura della causa, passando da 0,97$ a 1,01$, nonostante il suo valore dovrebbe rimanere sempre in parità con il dollaro. 

I problemi rilevati dal procuratore di New York si riferiscono al 2017 ed al 2018, pertanto non hanno di fatto implicazioni sul funzionamento attuale. 

D’ora in poi queste società dovranno anche presentare relazioni periodiche all’OAG per garantire il rispetto del divieto, oltre a sottoporsi a reportistica obbligatoria sulle funzioni aziendali principali.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.