Jack Dorsey: all’asta il primo tweet della storia
Jack Dorsey: all’asta il primo tweet della storia
Criptovalute

Jack Dorsey: all’asta il primo tweet della storia

By Marco Cavicchioli - 8 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

È stato messo all’asta il primo tweet della storia. Si tratta del tweet con cui fondatore di Twitter, Jack Dorsey, affermava di star installando Twitter

È un tweet pubblicato il 21 marzo del 2006 ed è stato messo all’asta su Valuables sotto forma di NFT (non fungible token). 

In questo momento l’offerta maggiore è addirittura di due milioni e mezzo di dollari (1630 ETH), effettuata da sinaEstavi che già in precedenza aveva acquistato l’NFT di un altro tweet, al costo di 125,85$. 

Le offerte vengono effettuate in ETH, e si è innescata una vera e propria lotta tra sinaEstavi e Justin Sun di Tron, partita con l’offerta di quest’ultimo a 500.000$, e proseguita con ben sette rilanci.

Valuables è una piattaforma che consente proprio di vendere e comprare tweet autografati dai loro creatori originali. 

Come funziona l’asta dei tweet

Infatti, solo l’autore li può mettere in vendita, e quando lo fa viene creato un NFT unico che funge da certificato digitale del tweet, firmato e verificato dal creatore, e che diverrà di possesso esclusivo, per sempre, di colui che si aggiudica l’asta. 

In realtà, il vincitore dell’asta non acquista il tweet, ma un non fungible token unico che rappresente quel tweet su Valuable. Tuttavia visto che per ogni tweet viene emesso un unico NFT dal suo autore, e che l’NFT una volta acquistato può essere conservato dal suo nuovo proprietario anche al di fuori della piattaforma – ad esempio con un wallet non custodian – è come se il proprietario che acquista l’NFT acquistasse un oggetto da collezione unico che rappresenta univocamente il tweet.

Questi NFT sono a tutti gli effetti oggetti digitali da collezione, ed è per questo che il loro valore di mercato può arrivare ad essere così elevato. 

Anche perché in questo modo possono essere creati e venduti oggetti digitali da collezione che rappresentano in modo univoco oggetti digitali già esistenti come ad esempio un tweet. 

Il 95% dell’incasso della vendita di un tweet va al creatore originale del medesimo, mentre il restante 5% va a Valuables.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.