banner
Emily Ratajkowski venderà i propri NFT
Emily Ratajkowski venderà i propri NFT
NFT news

Emily Ratajkowski venderà i propri NFT

By Amelia Tomasicchio - 26 Apr 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La modella americana Emily Ratajkowski ha annunciato pochi giorni fa di voler mettere in vendita i propri NFT per riappropriarsi della sua immagine e identità digitale, che nel mondo della moda e del cinema spesso viene sfruttata da chiunque senza che attori e modelli ci possano guadagnare. 

Come ha scritto in un thread sul suo profilo Twitter, l’NFT si intitolerà “Buying Myself Back: A Model for Redistribution”, ovvero “Ricomprarmi: un modello per la ridistribuzione”.

Secondo Emily, le donne devono poter controllare la propria immagine come meglio credono, mentre Internet spesso le sfrutta senza che loro possano avere controllo o guadagnarci. Con gli NFT Emily vuole di nuovo avere il controllo, venendo retribuita ogni qual volta qualcuno voglia usare le sue fotografie.

“The digital terrain should be a place where women can share their likeness as they choose, controlling the usage of their image and receiving whatever potential capital attached”, ha anche spiegato la Ratajkowski su Twitter.

Così, il prossimo 14 maggio i suoi non fungible token andranno all’asta grazie ad una partnership con la casa d’arte Christie’s, ormai famosa anche per aver venduto l’NFT più costoso della storia, ovvero quello dell’artista americano Beeple per oltre 69 milioni di dollari per l’opera “Everydays: The First 5000 Days,”

Emily e i non fungible token

Già nel 2020 la modella aveva espresso la sua visione dell’industria sul New York Magazine con un articolo intitolato proprio “Buying Myself Back”, in cui denunciava come la sua immagine non fosse realmente sua e come addirittura in passato sia stata portata in tribunale per aver pubblicato su Instagram una fotografia che la ritraeva, scattata da un paparazzo che però non le aveva dato l’autorizzazione per farlo.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro su Blockchain Marketing edito Maggioli.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.