banner
Goldman Sachs lancia nuovi derivati su Bitcoin
Goldman Sachs lancia nuovi derivati su Bitcoin
Bitcoin

Goldman Sachs lancia nuovi derivati su Bitcoin

By Marco Cavicchioli - 7 Mag 2021

Chevron down

La celeberrima banca di investimento Goldman Sachs ha iniziato ad offrire un nuovo prodotto di investimento basato su Bitcoin. 

Lo riferisce Bloomberg, secondo cui questo derivato consentirebbe agli investitori di Wall Street di piazzare grandi scommesse sul prezzo di BTC.

Ieri, poco dopo l’annuncio, il prezzo di bitcoin è improvvisamente sceso del 2,8% in meno di 1 ora, per poi risalire leggermente e riposizionarsi su una quota compresa tra 55.300$ e 56.600$. 

I nuovi derivati di Goldman Sachs sono contratti a termine non consegnabili pagati in contanti e legati al prezzo di BTC. Per proteggersi dalla volatilità la banca acquisterà e venderà contratti future su bitcoin al Chicago Mercantile Exchange (CME), utilizzando Cumberland DRW come partner commerciale. 

La banca in realtà è già attiva da qualche tempo sul mercato dei crypto derivati con il suo desk, ma non ancora sul mercato spot. 

Goldman Sachs porta nuovi capitali a Bitcoin

Il responsabile degli asset digitali per l’Asia e il Pacifico di Goldman Sachs, Max Minton, ha dichiarato:  

“La domanda istituzionale continua a crescere in modo significativo in questo settore e la possibilità di lavorare con partner come Cumberland ci aiuterà a espandere le nostre capacità. La nuova offerta ci sta aprendo la strada per far evolvere le nostre nascenti capacità di criptovaluta regolate in contanti”.

Il responsabile globale dello sviluppo aziendale di Cumberland DRW, Justin Chow, ha aggiunto: 

“Goldman Sachs funge da indicatore di come gli investitori istituzionali sofisticati si avvicinano ai cambiamenti nel mercato. Quest’anno abbiamo assistito a una rapida adozione e interesse per le criptovalute da parte di società finanziarie più tradizionali e l’ingresso di Goldman nello spazio è un altro segno di come sta maturando”.

Goldman Sachs già a marzo aveva annunciato di avere intenzione di offrire ai propri clienti ​​ulteriori veicoli per investire, o speculare, sui prezzi delle criptovalute.

Molte istituzioni finanziarie sono ancora titubanti nel volersi prendere la responsabilità di detenere a tutti gli effetti BTC su un proprio wallet di proprietà, preferendo utilizzare prodotti derivati regolamentati di utilizzo molto più semplice per loro. 

Questi nuovi strumenti potrebbero far entrare sui mercati crypto molti nuovi capitali, ma non necessariamente con scopi di investimento. 

Ad esempio, a metà dicembre 2017, quando vennero lanciati per la prima volta nella storia dei contratti future su bitcoin su una borsa importante come quella di Chicago, la bolla speculativa che allora era in atto sul prezzo di BTC scoppiò, ed il valore di bitcoin scese in poco più di un mese e mezzo del 70%. 

È possibile che l’annuncio di ieri di Goldman Sachs abbia spaventato alcuni speculatori facendo credere loro che questi nuovi strumenti potrebbero essere utilizzati soprattutto per scommettere contro BTC.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.