banner
Cardano SPO: PsyADA (PSYA)
Cardano SPO: PsyADA (PSYA)
Interviste

Cardano SPO: PsyADA (PSYA)

By Patryk Karter - 23 Mag 2021

Chevron down

L’ospite di questa settimana della Rubrica Cardano SPO è un nuovo stake pool la cui missione consiste nel sostenere progetti di ricerca nel campo degli psichedelici: PsyADA – Psychedelic Cardano Stake Pool [PSYA].

La scorsa settimana abbiamo posto alcune domande ad uno Stake Pool Operator che promuove l’adozione delle criptovalute e fornisce opportunità di educazione.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Ciao Lukas, è un piacere averti qui. Presentati e dicci cosa ti affascina di Cardano.

Ciao, ho 33 anni, vengo dalla Repubblica Ceca, ma negli ultimi 4 anni ho vissuto interamente in viaggio con la mia ragazza e il mio cane nella nostra piccola casa su ruote. Siamo appena arrivati in Francia dopo un bell’inverno nelle isole Canarie e ci stiamo lentamente dirigendo verso nord per l’estate.

Dopo i miei studi universitari di informatica, ho intrapreso la posizione di ingegnere di reti. Era un bel lavoro, qualcosa che volevo fare perché le reti mi hanno sempre affascinato, ma non mi è mai piaciuto molto l’ufficio, seduto tra 4 pareti per 8 ore al giorno. Dopo 6 anni mi sono licenziato, ci siamo messi in viaggio, abbiamo scambiato una piccola parte della nostra comodità per la libertà, e dobbiamo dire che è stata la migliore decisione della nostra vita e vogliamo continuare a vivere così.

Ho sempre viaggiato molto, e per la maggior parte del tempo nei miei viaggi, vivevo in parte suonando musica per strada – la passione della mia vita. Sfortunatamente, l’ultimo anno di Covid lo ha reso molto difficile, molto probabilmente impossibile, ma mi ha riportato all’informatica. Durante questo periodo ho scoperto Cardano, che mi ha assolutamente affascinato e sembra che sia diventato la mia seconda passione di vita.

La cosa che mi affascina di più di Cardano è la community – una delle più grandi nello spazio crypto ed è piena di gente simpatica. Volevo davvero contribuire in qualche modo, così ho iniziato il Psychedelic Pool.

Nel corso delle ultime settimane abbiamo avuto diversi altri pool con una missione, come rientra in questo ruolo il tuo PsyADA Pool?

Se si confrontano gli SPO di Cardano con i miner di BTC – un’enorme quantità di energia elettrica viene utilizzata per la sicurezza della rete di BTC, il tutto guidato dalla pura avidità di profitto, non sostenibile, e non rispettoso dell’ambiente. Il consumo di energia di Cardano è diverso, non solo usa una piccola frazione dell’energia elettrica di BTC, ma molti dei pool – guidati dalle proprie missioni, stanno dando qualcosa in cambio sostenendo associazioni di beneficenza, piantando alberi, pulendo gli oceani, combattendo il cambiamento climatico, ecc. Questo è qualcosa che è molto vicino al mio cuore di nomade “hippie” e di cui sono felice.

Anche PsyADA è un membro dell’alleanza MDP, e vuole donare il 20% dei guadagni operativi a organizzazioni no-profit indipendenti legate alla ricerca nel campo degli psichedelici. 

Credo che gli psichedelici siano una svolta per il trattamento di molti tipi di disturbi mentali. Potrebbero potenzialmente aiutare milioni di persone in tutto il mondo affette da depressione, PTSD, dipendenze da droghe, anoressia, lesioni cerebrali, daltonismo, o anche molti tipi di dolori come la cefalea a grappolo, che è probabilmente uno dei disturbi più dolorosi noti al genere umano e ci sono risultati sorprendenti con il trattamento con LSD o Psilocibina.

Alcuni dei primi investitori crypto come Mike Novogratz stanno investendo anche in aziende legate agli psichedelici, quali affinità ci sono tra queste due industrie?

Sia le crypto che gli psichedelici stanno attraversando una sorta di periodo rinascimentale. Entrambi sono molto giovani in termini di ciò che potrebbero portare al mondo ed entrambi hanno un disperato bisogno di diffondere una migliore consapevolezza ed educazione per minimizzare alcuni rischi legati ad essi.

Se pensate di esservi persi le crypto, e penso che siamo ancora all’inizio, potete forse dare un’occhiata ad alcune azioni di compagnie che si occupano di psichedelici. La maggior parte di loro sono state quotate proprio di recente e alcune sono anche nel mio mirino. Probabilmente potremmo aspettarci un boom molto simile all’industria della cannabis. E sembra che stia già accadendo.

Ci sono alcune altre analogie tra blockchain e il mondo degli psichedelici. Una di queste è sicuramente il micelio, che è talvolta descritto come un internet naturale, e funziona fondamentalmente allo stesso modo – è una rete globale decentralizzata di condivisione delle informazioni peer-to-peer, e anche i funghi (quelli magici inclusi) sono fatti di micelio. Inoltre, il cervello umano comunica in un modo molto simile e credo che potremmo trovare molti altri esempi del perché la decentralizzazione è molto più vicina alla natura rispetto alla centralizzazione.

Credo che a Satoshi Nakamoto possano essere piaciuti i funghi, ma quello che so per certo è che Charles Hoskinson li ama.

Sei un SPO abbastanza nuovo e il tuo stake pool non ha ancora prodotto alcun blocco. Come sta andando questo processo?

È vero. Ho iniziato il mio pool sulla mainnet di Cardano circa 3 mesi fa, in realtà ho iniziato molto prima distribuendo i miei primi nodi sulla Testnet per essere sicuro che tutto funzionasse bene prima di passare alla produzione.

Mentre avviavo il pool non avevo idea di cosa ci fosse davanti a me in termini di marketing e concorrenza con i grandi giocatori come Binance o 1PCT che acquisiscono potere sulla rete per se stessi, e ogni volta che validano un blocco, i piccoli pool non lo fanno. 

Anche gli strumenti ufficiali dei pool e i portafogli tendono a dare un vantaggio ai pool con alti livelli di saturazione rispetto ai piccoli pool. La cosa triste che stiamo affrontando è che solo il 21% di tutto l’ADA messo in staking è in mano a singoli Stake Pool Operator. Il punto chiave per migliorare è solo nell’educare le parti interessate per motivarle a spostare il loro ADA dagli exchange, ad evitare portafogli non ufficiali, o pool che finiscono POOL7, 8, ecc. E per motivarli a scegliere invece i piccoli pool, che possono dare circa lo stesso rendimento annuale dei grandi pool (circa il 5%). I piccoli pool semplicemente non pagano così spesso, ma le ricompense dovrebbero essere più alte e valgono l’attesa.

Ho speso centinaia di ore per promuovere il pool sui social media, pagando gli annunci, aiutando le persone con lo staking, facendo video. Il pool sta crescendo, ma molto lentamente e c’è davvero molto lavoro dietro. In questo momento, ogni ADA messo in staking potrebbe aiutare il pool molto e sono molto grato per ogni singola persona che ha deciso di optare per PSYA pool.

Questo pool è stato creato per essere gestito a lungo termine e voglio davvero che inizi a contribuire alla sua missione. La parte della missione che già faccio è diffondere una certa consapevolezza sugli psichedelici e il loro potenziale.

Ti ringrazio per il tempo dedicato. Qualche pensiero finale? Dove ti possono trovare le persone?

Grazie mille per questa opportunità. 

Credo che le piante psichedeliche e Cardano abbiano il potenziale per cambiare il mondo.

Se volete sapere quali progetti PsyADA vuole sostenere, potete controllare la mia pagina web, o potete seguirmi su Twitter dove quotidianamente condivido le notizie relative alla ricerca e al potenziale degli psichedelici. Naturalmente, c’è anche qualcosa su Cardano 🙂 

Ho anche un account su Facebook, Reddit, Youtube, Instagram, e il gruppo Telegram, tutti i link sono disponibili sulla mia pagina web. 

Per coloro che hanno letto fino a questo punto, considerate di mettere in staking degli ADA con Psychedelic Pool (PSYA). Grazie mille e vi auguro una splendida giornata 🙂 

 

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

 

Patryk Karter
Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.