banner
Robert Kiyosaki: Bitcoin arriverà a 27.000 dollari
Robert Kiyosaki: Bitcoin arriverà a 27.000 dollari
Bitcoin

Robert Kiyosaki: Bitcoin arriverà a 27.000 dollari

By Eleonora Spagnolo - 1 Giu 2021

Chevron down

L’imprenditore e autore di Rich Dad Poor Dad Robert Kiyosaki prevede che Bitcoin possa crollare ancora.

Lo ha detto in un tweet dei giorni scorsi:

Come si può leggere, per l’imprenditore il fatto che Bitcoin stia crollando è una “grande notizia”. Anzi, aggiunge anche che prevede che il prezzo possa arrivare a 27.000 dollari e che a quel punto potrebbe iniziare a comprare “di nuovo”. Proprio questo again conferma che Robert Kiyosaki abbia già fatto in passato acquisti di Bitcoin. 

E ancora aggiunge che molto dipenderà anche dalle condizioni ambientali, riprendendo il dibattito sull’impatto di Bitcoin sul consumo energetico. Ma aggiunge anche che il vero problema non è Bitcoin, o l’oro o l’argento ma gli incompetenti che sono al governo, alla Fed e a Wall Street. Parole che lasciano intendere che lui non condivide questa politica monetaria basata su una iniezione di liquidità che non potrà che portare alla svalutazione del denaro. 

E conclude così:

“Ricordate che l’oro valeva 300 dollari nel 2000”. 

Oggi l’oro vale circa 1.900 dollari, e questo indica come gli asset considerati riserva di valore sono destinati a crescere nel lungo periodo. Proprio come Bitcoin.

I tweet di Robert Kiyosaki su Bitcoin

Non è il primo tweet del genere. Già lo scorso 14 maggio diceva che il fatto che Bitcoin stesse crollando è una buona notizia e ripeteva il concetto che il problema sono le politiche della Fed, del governo e del Tesoro. Insomma, il problema non sono i tweet di Elon Musk che pure hanno smosso il mercato a loro piacimento.

Anche il 25 aprile si diceva entusiasta del crollo di Bitcoin e annunciava che ne aveva comprati di più. 

La sua politica era stata accennata in un tweet del 17 aprile in cui diceva che era necessario mettere da parte oro, argento e Bitcoin. Prevedeva in quei giorni che ci sarebbe stato il più grande crash della storia e un periodo di depressione e quindi si chiedeva cosa avrebbe fatto la Fed a quel punto. Ironicamente: 

“Stamperà ancora più denaro?”

Perché è chiaro che dopo aver già stampato 3 triliardi di dollari, stampare ancora altri triliardi è un rischio per la tenuta dell’inflazione. 

E a quel punto sarà utile avere oro, argento e Bitcoin. 

Da aprile ad oggi Bitcoin è passato da 65.000 dollari ai 37.000 attuali, con un picco minimo che è andato vicino ai 30.000 dollari, per poi riprendersi. 

Chi è dentro il settore da un po’ si aspettava una correzione del genere, perché la salita di Bitcoin dai 10.000 di ottobre ai 65.000 di aprile, è stata troppo repentina. Pertanto una inversione di tendenza era attesa, in più chi è entrato sull’onda dell’hype ha venduto preso dal panico, contribuendo alla caduta del prezzo. 

Ma altri hanno approfittato per incrementare le loro posizioni o per tenere e confidare in un aumento ulteriore del prezzo, trascinato dalle ragioni macroeconomiche di cui ha parlato anche Robert Kiyosaki.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.