banner
La maggior parte degli italiani pronta ad investire (anche in crypto)
La maggior parte degli italiani pronta ad investire (anche in crypto)
Criptovalute

La maggior parte degli italiani pronta ad investire (anche in crypto)

By Marco Cavicchioli - 8 Giu 2021

Chevron down

Indagando la propensione agli investimenti degli italiani, si è scoperto che sono un popolo di risparmiatori ed aspiranti investitori.

Questo è ciò che è emerso dai risultati di una ricerca condotta da OnePoll, per conto dell’exchange crypto Bitpanda, su un campione di 1.000 partecipanti.

Da questi risultati infatti è emerso che il 66% degli intervistati si dichiara aperto alla possibilità di iniziare a investire, con un budget medio di 260€, sebbene questa cifra varia a seconda della fascia d’età considerata.

Il campione è decisamente limitato, visto che gli italiani sono quasi 60 milioni, e la dimensione del budget medio è davvero molto bassa, ma la percentuale di coloro che si sono detti pronti ad investire è decisamente elevata.

Gli italiani sono conosciuti per essere un popolo di risparmiatori, con oltre 1.700 miliardi di euro in deposito sui conti correnti bancari, pari a 28.000€ a testa per ogni singolo italiano, ma si è sempre ritenuto che questa propensione al risparmio fosse figlia di una certa avversione al rischio.

Qualcosa potrebbe essere cambiato negli ultimi tempi, anche se 260€ di budget medio per gli investimenti, a fronte di 28.000€ di risparmi medi, fanno presumere che coloro che hanno cambiato idea lo abbiano comunque fatto con un’elevata dose di prudenza.

Inoltre il 42% delle donne, ed il 30% degli uomini, intervistati ha dichiarato di non avere mai investito a causa di una disponibilità economica non sufficiente per farlo.

L’obiettivo principale di questi investimenti sarebbe quello di aggiungere nuove entrate finanziarie al salario normalmente percepito, con i giovani maggiormente propensi: 67,5% di millennial e generazione Z, contro 55% degli over 55. Tuttavia pare alquanto improbabile che possano riuscire a generare una significativa fonte di entrate con un investimento medio di soli 260€.

Il lockdown sembra aver dato una spinta decisiva a questo fenomeno, incentivando gli italiani a considerare varie tipologie di investimento, come ad esempio le criptovalute. Ad esempio in Italia il numero di utenti di Bitpanda è più che raddoppiato rispetto al 2020.

Il Country Manager di Bitpanda, Orlando Merone, ha dichiarato:

“Contrariamente a quanto si possa immaginare, la nostra indagine dimostra che non solo gli italiani sono potenzialmente molto aperti al mondo degli investimenti, hanno anche una gran voglia di assumere il controllo della propria vita finanziaria. Questa tendenza viene però spesso frenata da due macro fattori: la paura e la mancanza di competenze. Il primo passo per abbattere tali barriere è quello di garantire la massima trasparenza operativa e prevedere strumenti che consentano di investire anche piccole somme di denaro. In secondo luogo, ed è probabilmente questo l’aspetto più impegnativo, è necessario diffondere una maggiore cultura finanziaria nel Paese, attraverso percorsi educativi che, fin dall’età scolastica, possano accrescere le competenze di base, e non solo nei corsi di economia”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.