banner
Cardano SPO: Southtyrol Pool (SUDTI)
Cardano SPO: Southtyrol Pool (SUDTI)
Interviste

Cardano SPO: Southtyrol Pool (SUDTI)

By Patryk Karter - 26 Giu 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool con sede nel bellissimo Alto Adige in Italia. Southtyrol Pool [SUDTI] sta cercando di attrarre nuovi deleganti al suo pool mission driven, fornendo incentivi in aggiunta alle ricompense regolari.

L’ospite della scorsa settimana è stato uno stake pool ‘mission driven’ che fa la sua parte per la decentralizzazione di Cardano e dona parte delle entrate ad enti di beneficenza.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Ciao Markus. Raccontaci qualcosa di te, dove risiedi e qual è il tuo background?

Ciao a tutti, il mio nome è Markus Fischnaller e vengo dal bellissimo Alto Adige in Italia. Il mio background lavorativo è in ingegneria elettrotecnica e sto lavorando come tecnico di assistenza di stampanti industriali. Ho una passione per i sistemi Linux e Raspberry Pi. Per questo motivo ho utilizzato 7 anni fa Linux e Raspberry Pi come base per la domotica a casa.

Come hai scoperto Cardano e cosa ti ha portato a configurare uno stake pool?

Sono entrato nel mondo blockchain all´inizio del 2020 con degli investimenti in Ethereum & Bitcoin. Durante la ricerca di altri progetti che riescono a risolvere i problemi di Ethereum ho trovato Cardano. Dopo decine ore di studio della blockchain di Cardano ho deciso di non volere soltanto investire dei soldi ma supportare il progetto in un altra maniera. E quindi data la mia esperienza con Linux ho deciso di creare un Staking Pool e in tal modo aiutare a decentralizzare ulteriormente la blockchain. Per questo ho scelto di non installare un pool su un grande server virtuale ma di fare girare il pool su dei server in casa mia. Creando una rete e una infrastruttura che resiste a mancanza di tensione per garantire il corretto funzionamento del pool 24/7.

Come mai ci sono molti piccoli pool come il tuo che faticano ad attrarre delegati e quali sono i tuoi piani/incentivi per migliorare la tua situazione?

Il problema di un pool piccolo all’inizio è la sfiducia dei deleganti nei confronti del pool. Perché non ricevono ricompense dopo dopo ogni epoca e quindi pensano che il pool abbia dei problemi tecnici. Ma la realtà è quella che ogni pool, sia piccolo o grande, in media in un anno puó garantire un interesse del 5%. 

E quindi succede che alcuni deleganti lasciano un pool dopo poche settimane perché non hanno ancora ricevuto una ricompensa. Al momento un pool deve avere un minimo di 1,2 milioni ADA nel pool per ricevere un blocco ogni epoca.  

Con il Southtyrol Pool sto cercando di continuo di aumentare il pledge del pool per fare vedere ai mie deleganti che crediamo nel nostro pool. 

Per i grandi deleganti abbiamo creato un premio speciale chiamato “Tiroler”. Tutti quelli che delegano piú di 50k ADA ricevono un extra premio di 17 ADA ogni volta che il pool riceve un blocco. In questo modo un grande delegante diventa una specie di partner.

In termini di operazione fisica di uno stake pool, quali sono i passaggi e cosa bisogna tenere d’occhio durante la scelta dell’hardware?

Nella scelta dell’hardware la cosa ovviamente piú importante che rispettano le specifiche tecniche indicate dalla Cardano Foundation. Attualmente è consigliato avere un processore quad core e 8GB di RAM. Visto che uno degli obiettivi di  Cardano è di essere una blockchain green, direi che è importanto utilizzare del hardware a basso consumo. Consiglio di utilizzare hardware che si puó facilmente aggiornare nel caso che in un futuro sia richiesta per esempio piú memoria.

Di notevola importanza è anche una rete di internet stabile per garantire che il pool sia operativo 24/7. 

Una volta scelto l´hardware si deve scegliere un sistema operativo Linux, per esempio Ubuntu. Dopo l’installazione del sistema operativo si deve configurare il lato di sicurezza, che include il firewall, fail2ban e disattivazione ssh ecc. Nel momento in cui il server è protetto dagli attacchi esterni si puó installare i pacchetti del pool.  

Quello che non si deve dimenticare è che un pool deve essere operativo 24/7 e richiede un controllo giornaliero. 

Grazie per il contributo. Hai qualche ultimo commento? Dove è possibile contattarti?

I piccoli pool hanno bisogno del vostro supporto! Delegando ai piccoli pool aiutate la decentralizzazione di Cardano. 

È stato un piacere rispondere alle tue domande e di parlare del SOUTHTYROL POOL. Tutti quelli che hanno bisogno di altri informazioni possono contattarmi via Twitter, Telegram o visitare il mio sito https://southtyrolpool.it. Grazie!

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

Patryk Karter
Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.