Bitcoin: sentiment ancora negativo
Bitcoin: sentiment ancora negativo
Bitcoin

Bitcoin: sentiment ancora negativo

By Marco Cavicchioli - 7 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il sentiment sui social network riguardo Bitcoin rimane negativo

Lo riferisce Santiment, che fa notare come siano in calo sia il volume delle menzioni di Bitcoin sui social network, sia quello di chi sostiene di aver comprato durante la discesa (il celebre “buy the dip”). 

Tuttavia Santiment fa anche notare che questa situazione potrebbe in realtà suggerire una possibile inversione di tendenza in arrivo, visto che spesso si è verificata una dinamica simile. 

Il sentiment di Bitcoin sui social network

Il grafico twittato da Santiment mostra come il volume delle menzioni di Bitcoin sui social network da circa un anno a questa parte continua a variare molto. Anzi, sembra persino più variabile del prezzo di BTC. 

L’ultimo picco si è verificato in concomitanza con la discesa del prezzo dell’8 giugno, mentre ad esempio durante la discesa ancora più pronunciata del 22 giugno il volume delle menzioni è rimasto in linea con la media dell’ultimo anno. 

Il picco massimo si è curiosamente verificato dopo il calo del 12 maggio, quando il prezzo scese da 57.000$ a poco sotto i 50.000$, mentre pochi giorni dopo, ovvero il 19 maggio quando scese a 30.000$, addirittura tornò nella media, per poi precipitare pochi giorni dopo verso i minimi degli ultimi mesi. 

Dal confronto tra i picchi del volume delle menzioni sui social network, e le maggiori variazioni del prezzo, non sembra emergere un’evidente connessione diretta, e questo in realtà stupisce molto, dato che in genere sono proprio le variazioni maggiori, è più veloci, del prezzo a generare il maggior interesse. 

Inoltre questo grafico mostra un continuo alternarsi di picchi positivi e negativi del volume delle menzioni, come se fosse molto difficile che possa perdurare un periodo di tempo relativamente lungo di tranquillità, per ciò che concerne nello specifico questa singola metrica. 

Persino tra settembre e novembre dell’anno scorso, quando il prezzo si mosse davvero poco rispetto agli standard di volatilità di BTC, continuarono a susseguirsi picchi di alti e bassi, con soli due brevissimi momenti di tranquillità a fine agosto ed a fine dicembre, ovvero di fatto durante periodi festivi o di vacanza. 

Tuttavia prendendo in esame solamente i picchi minimi degli ultimi mesi, questi spesso sono stati seguiti da incremento del prezzo di bitcoin. 

Bisogna infatti tener presente che il volume delle menzioni di Bitcoin sui social network è generato in gran parte dagli investitori retail, mentre il prezzo è condizionato anche dalle attività di un numero di gran lunga inferiore di grandi investitori, ed è possibile che quando diminuisce l’interesse dei retail aumenti quello degli istituzionali, se il prezzo è conveniente.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.