banner
Bitcoin: rendimenti negativi negli ultimi 6 mesi
Bitcoin: rendimenti negativi negli ultimi 6 mesi
Bitcoin

Bitcoin: rendimenti negativi negli ultimi 6 mesi

By Marco Cavicchioli - 13 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

I rendimenti medi a 6 mesi per chi ha investito in bitcoin sono crollati a -27,81%. 

Lo rivela Santiment, che però aggiunge che quando i trader sono così in perdita il FUD aumenta sotto forma di post negativi. 

Santiment però afferma anche che si tratta a tutti gli effetti si un pregiudizio negativo e che quindi questo FUD di massa è da “prendere con le pinze”. 

Infatti, bisogna distinguere tra i trader e gli holder. 

Gli holder acquistano bitcoin per tenerli in portafoglio sul lungo periodo, ovvero per mesi o anche per anni. Ad esempio che avesse acquistato bitcoin un anno fa ora sarebbe in guadagno del 256%, e solo chi ha comprato nel 2021 ad un prezzo superiore a 33.000$ attualmente risulta essere in perdita. 

I trader invece operano intraday, o comunque con un orizzonte temporale molto ridotto, di ore, giorni o al massimo settimane. 

I rendimenti di bitcoin: l’indice MVRV

Il grafico mostrato da Santiment prende in esame il cosiddetto MVRV (market-value-to-realized-value) ratio a 180 giorni (6 mesi), ovvero il rapporto tra la capitalizzazione di mercato e la sua capitalizzazione realizzata. Serve per confrontare il prezzo attuale con quello che può essere considerato il “fair value” degli ultimi sei mesi. 

A partire circa dal 19 maggio 2021, ovvero il giorno del flash crash che riportò il prezzo attorno a quota 30.000$, l’MVRV ratio a 180 giorni è sceso in territorio negativo, ed a partire dal crollo del 22 giugno si è avvicinato a quota -30%. 

Va tuttavia detto che la scelta dei 180 giorni è arbitraria, e ad esempio qualora si riducesse questo valore della metà (90 giorni) il rapporto MVRV probabilmente si avvicinerebbe allo 0%. Anzi, raddoppiandolo, ovvero portandolo ad un anno, probabilmente diverrebbe positivo. 

Tuttavia, solitamente si usa proprio l’MVRV ratio a 180 giorni per comprendere quanto possa essere positivo o negativo il sentiment dei trader, anche perchè la maggior parte dei trader non sono professionisti che operano sul brevissimo periodo con adeguate coperture, ma dilettanti con orizzonti temporali un po’ più lunghi ed in genere nessuna copertura, o comunque coperture non adeguate. 

Quindi il livello attuale così basso di questo indice suggerisce che il sentiment della maggior parte dei trader nei confronti di bitcoin potrebbe essere davvero molto negativo, con una maggiore probabilità che si generi FUD.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.