banner
Brasile: il primo Bitcoin ETF a favore della green economy
Brasile: il primo Bitcoin ETF a favore della green economy
Bitcoin

Brasile: il primo Bitcoin ETF a favore della green economy

By Stefania Stimolo - 9 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

BITH11, l’ETF Bitcoin lanciato in Brasile da Hashdex Asset Management, supporta la neutralità del carbonio e la tecnologia sostenibile a favore della green economy. 

Il primo ETF Bitcoin verde del Brasile”, ecco come si definisce il fondo che, per raggiungere il suo obiettivo, prevede di neutralizzare le sue emissioni di carbonio associate attraverso l’acquisto di crediti di carbonio. 

Nello specifico, BITH11 che è stato lanciato sulla borsa brasiliana B3 la settimana scorsa, mira a investire lo 0,15% del suo patrimonio liquido in crediti di carbonio e tecnologie ecologiche ogni anno. 

Inoltre, in collaborazione con Crypto Carbon Ratings Institute (CCRI) della Germania, la Hashdex potrà ottenere dei rapporti annuali che stimano il consumo di energia e le emissioni di carbonio alla base della creazione di BTC acquistati dal fondo.

A tal proposito, Rogerio Santana, direttore delle relazioni alla borsa B3 di San Paolo, ha dichiarato:

“Il nuovo ETF offre agli investitori l’esposizione alle variazioni del principale asset digitale del mondo, con tutto il suo potenziale di crescita e riserva di valore, in modo regolamentato, sicuro e con obiettivi di sostenibilità”.

Rimanendo in Brasile, la settimana scorsa c’è stata un’altra “prima volta” in ambito crypto: il tribunale federale brasiliano ha ordinato la vendita di una scorta di BTC per un valore di 1,1 milioni di dollari. 

Brasile, bitcoin e le “prime volte”: il caso della polizia federale

Un altro genere di “pulizia” quello adottato dalla polizia federale brasiliana che per la prima volta ha ordinato una vendita di bitcoin sequestrati. 

Secondo quanto riportato, il sequestro era avvenuto nel 2019 a uno pseudo business crypto, Tradergroup che presumibilmente stava operando come uno schema Ponzi. 

Nello specifico, sono 30 BTC che solo ora e con un valore di 1,1 milioni di dollari, sono stati venduti sul più grande crypto-exchange regolamentato del paese Mercado Bitcoin, su ordine della polizia federale. 

Non solo, la transazione è avvenuta esattamente lo scorso 27 luglio e due dei bitcoin rimanenti, sono invece stati restituiti a una persona che ha dimostrato di essere in possesso dei beni e di non essere coinvolta nella truffa. 

A tal proposito, il procuratore federale Alexandre Senra ha così commentato: 

“Ci sono molte vittime di TraderGroup con cause legali, principalmente in tribunale statale, che chiedono indietro i loro soldi investiti, e ora una parte di quei soldi potrà essere restituita, non tutti perché il credito venduto in BTC non è stato ancora sufficiente a compensare le perdite”

Il Brasile continua a far parlare di sé in ambito crypto. Solo a inizio giugno di quest’anno, infatti, era stato lanciato QBTC11, il primo ETF su bitcoin di tutta l’America Latina. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.