banner
Naomi Osaka investirà in Dogecoin e in NFT?
Naomi Osaka investirà in Dogecoin e in NFT?
Altcoin

Naomi Osaka investirà in Dogecoin e in NFT?

By Vincenzo Cacioppoli - 1 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Naomi Osaka la campionessa di tennis giapponese, ex numero 1 della Women’s Tennis Association (WTA) e ultima tedofora alle recenti Olimpiadi, dopo aver creato un NFT che si chiama “Finding What Was Lost”, starebbe pensando ad investire nella criptovaluta Dogecoin.

La campionessa di tennis vincitrice dell’ultimo US Open da tempo ha mostrato un certo interesse per il mondo della criptovalute e avrebbe anche investito parte dei suoi guadagni in questo settore.

E sembra che questi investimenti siano stato anche profittevoli, considerando che ad aprile una serie di NFL sarebbe stata venduta per quasi 600mila dollari.

Naomi Osaka e il suo interesse in Dogecoin

Ma la creazione degli NFT non sarebbe come detto l’unica manifestazione del crescente interesse della campionessa di tennis al mondo crypto.

Osaka in un’intervista la scorsa settimana, ha infatti detto:

“In realtà stavo da tempo parlando con il mio agente di criptovalute. So che online tutto sta diventando più grande. Ricordo di aver letto di Dogecoin, ci sarà penso qualcosa di nuovo e interessante che presto vedremo”. 

Cos’è Dogecoin?

Dogecoin è una criptovaluta parodia creata dall’ingegnere informatico Billy Markus e Jackson Palmer nel 2013. Le variazioni di prezzo di Dogecoin sono sempre state molto limitate fino all’exploit dello scorso anno dove ha raggiunto la cifra di 0,737 dollari, dopo alcuni tweet dell’eccentrico miliardario Elon Musk.

Ora dopo che il prezzo pare essersi stabilizzato arriva la notizia dell’interesse della campionessa di tennis che ha un enorme seguito sui social ed è una vera e propria eroina nel suo paese.

Sport e crypto un connubio sempre più stretto 

Gli NFT di Osaka sfruttano la blockchain Flow, la stessa tecnologia sfruttata dai migliori prodotti NFT come NBA Top Shot.

In questi ultimi anni si sta sempre più diffondendo l’uso di token e blockchain legata ad avvenimenti o team sportivi.

Non solo le associazioni americane NBA e NFL, con le molte collezioni di NFT rilasciate sul mercato da propri atleti di alto livello, come Alphonso Davies e Andy Murray.

Ma basta pensare anche ai sempre più numerosi casi di fans token di molte importanti società di calcio europee. Il recente ingaggio del calciatore Lionel Messi è stato pagato in arte proprio con i token della società del Psg. 

Di recente, la Juventus ha messo in vendita una rappresentazione in 3D e in alta definizione della nuova divisa casalinga per la stagione 2021/22. Mentre molti dei principali club tra i quali  Roma, Real Madrid, Inter, Atletico Madrid, Manchester united, PSG Bayern Monaco e Barcellona da tempo usano i propri fan token per effettuare merchandising presso i propri supporter.

Vincenzo Cacioppoli
Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.