banner
Nuovo record ad Agosto per Zcash
Nuovo record ad Agosto per Zcash
Criptovalute

Nuovo record ad Agosto per Zcash

By Vincenzo Cacioppoli - 10 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Con un messaggio sul proprio account di Twitter, la fondazione Zcash ha comunicato che è stato raggiunto un nuovo record storico di transazioni shielded (quelle completamente private), con un picco di quasi 743k in $ Zcash.

La criptovaluta Zcash e il nuovo progetto di finanziamento

Le transazioni degli utenti sono state 400K, più del doppio delle transazioni dello scorso anno. Questo record segue  un trend al rialzo che era già iniziato a metà dello scorso anno e che è continuato ininterrottamente per tutti i primi otto mesi del 2021.

Il suo token Zec dopo un picco raggiunto proprio ai primi di settembre a  $ 175, ha avuto una pesante flessione fino ai circa $130 attuali.

E’ interessante notare come l’halving dello scorso autunno (ossia il dimezzamento della ricompensa per i miners di Zec) che avviene proprio come i Bitcoin ogni 4 anni, non sembra aver inciso più di tanto sullo sviluppo del progetto, che è incentrato soprattutto sulla privacy nelle transazioni. 

Zcash che ha iniziato le proprie operazioni nel 2015 dopo alcuni finanziamenti privati, ha deciso di utilizzare, per sostenere lo sviluppo del progetto, un meccanismo denominato Founder Reward (FR) ricompensando gli sviluppatori con il sistema del Proof of work, come il Bitcoin. 

Nell’aprile 2017, in piena euforia da crypto  Zcash è entrato nella Top 10 delle criptovalute per capitalizzazione. 

A maggio poi si è verificato il primo serio picco nella capitalizzazione, quando gli sviluppatori hanno firmato un accordo di partnership con la holding finanziaria americana JPMorgan. Questo ha portato ad un aumento del prezzo che ha visto ZEC raggiungere i 429 dollari a giugno 2017, per poi arrivare ai quasi 700 dollari nel 2018.

Cosa fa Zcash e i vantaggi del nuovo aggiornamento Canopy

La criptovaluta Zcash  incentrata sulla privacy fornisce il trasferimento anonimo del valore utilizzando la crittografia zk-SNARKs. Fornisce inoltre l’opzione per le transazioni di essere schermate, che le rende completamente anonime, o trasparenti, in modo che siano visibili sulla blockchain di Zcash.

Questo fatto ha creato in passato polemiche e dubbi sul fatto che proprio questa sua particolarità di totale privacy possa favorire il suo utilizzo per scopi illeciti e criminali. Anche se fino ad ora non esistono prove che possano testimoniarlo, come invece per Bitcoin.

Questo destava comunque preoccupazione perché si pensava che molti exchange potessero togliere dalla quotazioni la moneta come fatto qualche mese fa da Shapeshift che ha rimosso Zcash, Monero e dash per il rischio che simili monete che puntano sulla privacy totale delle transazioni potessero essere usate appunto per fini illeciti.

Per Zcash fino ad ora nulla di illecito è accaduto

Zcasch Wallet
Zcasch e il nuovo aggiornamento Canopy

La sicurezza con la tecnologia ZK-SNARK

Appare abbastanza evidente come la tecnologia ZK-SNARK, che funge da base tecnologica per le transazioni private, consenta agli utenti di trasmettere in modo sicuro e assolutamente privato le transazioni sulla blockchain Zcash, nascondendo informazioni cruciali relative a ciascuna transazione.

Questo consente agli utenti di Zcash di nascondere facoltativamente gli indirizzi dei portafogli e gli importi transati.

Inoltre il fatto che come il Bitcoin sono previsti anche per i token Zec un numero limitato (21 milioni), è chiaro come anche questo possa diventare una riserva di valore e questo.

A Novembre 2020 si è verificato il quinto aggiornamento della moneta, denominato Canopy che stabilirà un nuovo percorso di sviluppo per i prossimi quattro anni. Canopy assegna il 20% della ricompensa del blocco a tre entità: il nuovo Fondo di sovvenzioni principali (8% ), ECC (7%) e Fondazione Zcash (5%). 

I minatori invece riceveranno l’80% della ricompensa di mining. E questa novità evidentemente è stata molto apprezzata dalla comunità cripto, che da tempo lamentava un trattamento poco equo delle ricomprese di Zcash.

 

Vincenzo Cacioppoli
Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.