banner
Square con OIN per la non aggressione dei brevetti in OSS
Square con OIN per la non aggressione dei brevetti in OSS
Criptovalute

Square con OIN per la non aggressione dei brevetti in OSS

By Stefania Stimolo - 15 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Square di Jack Dorsey si unisce alla più grande community di non aggressione dei brevetti in OSS, la Open Invention Network (OIN) per salvaguardare il software open source. 

Secondo quanto riportato, la società americana di servizi finanziari e pagamenti digitali Square sfrutta OSS per distribuire piattaforme, applicazioni e servizi best-in-class

Square con OIN per lo sviluppo tecnologico collaborativo

Insieme a ONI, Square potrà partecipare alla mission della community per la non aggressione dei brevetti in OSS.

A tal proposito, Keith Bergelt, CEO di OIN ha così commentato:

“Come leader globale nello sforzo di democratizzare i servizi finanziari, siamo lieti che Square si sia impegnata a non aggredire i brevetti nel core Linux e nelle tecnologie open source adiacenti”.

La comunità di OIN pratica la non-aggressione brevettuale nel nucleo di Linux e nelle tecnologie open source adiacenti attraverso la concessione reciproca di licenze incrociate di brevetti del sistema Linux, su base gratuita.

Un’altra chiarificazione circa la nuova collaborazione tra Square e OIN, la espone anche Max Sills, consigliere di Square e direttore generale di COPA – Crypto Open Patent Alliance:

“Riconosciamo il valore dell’innovazione condivisa, una caratteristica fondamentale delle comunità open source. Oltre a unirsi a OIN, Square è uno dei fondatori della Crypto Open Patent Alliance (COPA), un consorzio collaborativo in cui i membri si impegnano a non utilizzare i loro brevetti di tecnologia crittografica, se non per scopi difensivi. La nostra partecipazione alla comunità OIN dimostra il nostro impegno a sostenere lo sviluppo tecnologico collaborativo”.

Il più grande consorzio di non-aggressione brevettuale del mondo di Open Invention Network mira a proteggere Linux, il relativo software open source e le aziende che vi stanno dietro, da tutti gli attacchi di brevetti e dai patent troll. 

ONI ha anche ampliato la sua portata di programmi Linux di base e dal codice open source adiacente, espandendo la sua Linux System Definition ad altri brevetti come l’Android Open Source Project (AOSP) e il file system Extended File Allocation Table (exFAT).

Square sta lavorando ad un DEX per Bitcoin

Square, i software open-source e il DEX per Bitcoin

L’azienda di Dorsey, fondatore anche del celebre social dei crypto-lovers Twitter, è quindi salita a bordo su OIN per salvaguardare i software open source. 

Nello stesso tempo, la nuova divisione di Square, TBD, focalizzata sulla creazione di una piattaforma open-source per sviluppatori, ha annunciato di recente che sta pianificando di costruire un exchange decentralizzato per Bitcoin. 

Un nuovo passo in avanti nel mondo che collega open-source e crypto per il bitcoin lover Jack Dorsey, che proprio in onore del lancio di TBD aveva già rivelato di dedicarsi presto allo sviluppo di nuove piattaforme per servizi finanziari open-source dedicata appunto a BTC. 

Il nuovo DEX per bitcoin, dunque, è un piccolo passo concreto per Dorsey che ha affermato come segue:

“Bitcoin è per tutti. E per noi è importante costruire un prodotto inclusivo che porti una soluzione non detentiva al mercato globale”. 

 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.