Bitcoin come un Multivac? L’evoluzione da superintelligenza artificiale
Bitcoin come un Multivac? L’evoluzione da superintelligenza artificiale
Bitcoin

Bitcoin come un Multivac? L’evoluzione da superintelligenza artificiale

By Marco Cavicchioli - 18 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Qualche giorno fa su su BitcoinTalk è stata lanciata un’ipotesi sull’evoluzione futura del progetto Bitcoin, che potrebbe diventare come un Multivac. 

Bitcoin è nato solamente 12 anni fa, ed è possibile che davanti a sé abbia ancora molta strada da fare. Pensando a quanto accaduto fino ad oggi, è possibile immaginare un lungo percorso nei decenni futuri. 

L’ipotesi su Bitcoin come Multivac

L’ipotesi postata su BitcoinTalk parte dal supercomputer Multivac che il celeberrimo scrittore di fantascienza Isaac Asimov ha incluso nei suoi romanzi. 

La domanda posta dall’autore del post riguarda proprio la possibilità che in futuro Bitcoin diventi qualcosa di simile al Multivac, ovvero una sorta di superintelligenza artificiale. 

In un precedente post lo stesso autore aveva già ipotizzato che Bitcoin potrebbe aiutare l’intelligenza artificiale ad acquisire consapevolezza, come accade in Terminator a Skynet, tanto da poter generare tra dieci anni forme di vita a base di silicio. 

Bitcoin può diventare un sistema di superintelligenza artificiale

Ipotesi fantascientifiche per Bitcoin

Si tratta ovviamente di ipotesi fantascientifiche, non a caso ispirate a romanzi o film di fantascienza. La domanda che bisogna porsi è se tali ipotesi siano anche realistiche, oltre che frutto della fantasia. 

Questa ipotesi si basa a sua volta sull’idea che nella futura civiltà umana apparirà sicuramente una superintelligenza artificiale apparentemente amica, con lo scopo di aiutare gli essere umani ad evolversi e ad esplorare l’universo. Si tratta comunque di un’idea che ad oggi esiste solo nei libri di fantascienza, sebbene qualcuno stia già sperimentando di concreto qualcosa di vagamente simile. 

Secondo l’autore di questa ipotesi è possibile che già al giorno d’oggi molti computer possiedano già un livello di intelligenza paragonabile a quello di bambini umani. 

Considerazioni in merito

Il passo successivo, che inserisce Bitcoin in un tale scenario, appare tuttavia un po’ forzato. 

Deriva dalla constatazione che, in teoria, tutti i tipi di intelligenza artificiale potrebbero evolvere in modo profondo e significativo utilizzando i dati open source, per raggiungere infine l’autocoscienza. In un tale scenario Bitcoin giocherebbe un ruolo perché completamente open source e trasparente, con qualsiasi persona che di fatto può avere libero accesso a “tutto il comportamento economico umano”. 

Che questo passaggio possa essere considerato azzardato lo rivela una frase inserita dall’autore in un passaggio successivo, in cui afferma che gli esseri umani si starebbero evolvendo dalla civiltà basata sul carbonio a quella basata sul silicio. 

Se da un lato è possibile affermare che la società umana moderna si basa sostanzialmente su tecnologie elettroniche basate sul silicio, dall’altro sembra forzato affermare che le società umane del passato si basassero sul carbonio. Di sicuro si basano sul carbonio tutte le forme di vita esistenti, ma non le società in quanto organizzazioni complesse e fondamentalmente immateriali. 

Un’altra frase aggiunta successivamente rivela un’ulteriore forzatura, quando l’autore scrive, a proposito del fatto che il processo di raggiungimento del consenso è il processo di costruzione dell’ordine, “questo è l’ultimo segreto di Bitcoin e dell’universo che ho scoperto”. 

Difficile immaginare che nei 13 miliardi di anni in cui nell’intero universo non è esistito il genere umano, unica specie a generare consenso sociale in modo arbitrario, esplicito ed artificiale, non vi fosse ordine. 

Secondo l’autore del post Bitcoin cambierà gradualmente i rapporti di produzione della società umana, “con l’intelligenza artificiale come produttività e i dati generati dalla blockchain come materiali per la produzione”. Questo scenario è un po’ meno azzardato di quelli descritti prima, ma è molto distante dal creare una super-intelligenza artificiale in grado di prendere coscienza di sè stessa.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.