Volatilità per Bitcoin: rischio tonfo a 20.000 dollari
Volatilità per Bitcoin: rischio tonfo a 20.000 dollari
Bitcoin

Volatilità per Bitcoin: rischio tonfo a 20.000 dollari

By Eleonora Spagnolo - 30 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Bitcoin si prepara ad affrontare un periodo di forte volatilità. Questo è quello che prevede il modello creato dall’analista Jack F. Cahn.

Bitcoin, volatilità in arrivo

Secondo questa analisi riportata da Forbes, Bitcoin potrebbe avere escursioni di prezzo anche da 20.000 dollari. Il Technical Event Model (TEM), prevede che Bitcoin potrà raggiungere i 20.000 dollari tra i prossimi 30-60 giorni. 

Per Bitcoin vorrebbe dire tornare ai livelli di dicembre 2020, quando per la prima volta aveva rivisto questa soglia toccata brevemente tre anni prima. 

Il modello di analisi misura il sentiment dei traders ed è concepito soprattutto per indicare le inversioni di tendenza. 

Le escursioni di Bitcoin

In realtà Bitcoin è in sofferenza in questo periodo. Dopo aver toccato il picco da 64.000 dollari ad aprile, Bitcoin sembra patire le notizie che vengono dalla Cina. La prima caduta è avvenuta proprio a ridosso delle prime restrizioni sul mining di Bitcoin

Dopo aver rivisto picchi minimi da 30.000 dollari a luglio, Bitcoin si era ripreso toccando nuovamente i 50.000 dollari nelle scorse settimane. Tuttavia le nuove notizie dalla Cina, che sta praticamente vietando il trading di Bitcoin e criptovalute, hanno provocato un’ondata di vendite. Attualmente il prezzo di BTC viaggia sui 42.000 dollari. 

Cosa potrebbe trascinare al rialzo Bitcoin

Le previsioni sul prezzo di BTC sono discordanti. Diversi analisti ritengono che il prezzo di BTC potrà salire in fretta sull’onda di notizie a lungo attese. Ad esempio, se gli Stati Uniti si decidessero ad approvare gli ETF su Bitcoin, consentirebbero l’ingresso nel settore agli investitori istituzionali che finora sono rimasti alla porta. 

Al momento però la SEC sta ancora valutando le numerose proposte ricevute

L’ingresso degli investitori istituzionali potrebbe portare grandi capitali di Bitcoin tali da far aumentare il market cap della regina della crypto.

C’è poi l’aspetto statistico da tenere a mente. Solitamente l’ultima parte dell’anno è quella in cui Bitcoin tende a dare il meglio di sé. Sia nel 2017 che nel 2020 la bull run iniziò proprio nell’ultimo trimestre. 

I trader con il calendario alla mano stanno attendendo proprio questo momento. 

Bitcoin
Bitcoin rischio volatilità secondo analisi del Forbes

Il rischio regolamentazione

A pesare sul futuro di BTC è anche la regolamentazione. Mentre la Cina sta bannando il trading, gli Stati Uniti stanno decidendo che fare con le criptovalute. Alcune aziende, come Ripple e Coinbase, stanno affrontando o rischiano di affrontare problemi legali con la SEC. Questa incertezza si traduce in un freno allo sviluppo del settore, e conseguentemente anche agli acquisti. 

Se anche gli Stati Uniti optassero per una normativa più stringente, il prezzo di BTC potrebbe risentirne negativamente. 

In definitiva, oltre ai modelli, la volatilità di Bitcoin sembra assicurata anche dalle news che lo investono. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.