Cardano SPO: Valhalla [VLHLA]
Cardano SPO: Valhalla [VLHLA]
Interviste

Cardano SPO: Valhalla [VLHLA]

By Patryk Karter - 3 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool membro della Single Pool Alliance e dona il 10% delle proprie ricompense ogni mese alla Sea Shepherd Conservation Society, per combattere la pesca illegale e l’inquinamento degli oceani: Valhalla [VLHLA].

L’ospite della scorsa settimana era uno stake pool gestito dal creatore della serie YouTube Crypto Over Coffee.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista a Valhalla [VLHLA]

Ciao, è un piacere averti qui. Raccontaci qualcosa di te, dove risiedi e qual è il tuo background?

Ciao, il mio nome è Tom, e sono il principale proprietario dello stake pool Valhalla (VLHLA). Attualmente vivo in Scozia e lavoro come professionista IT. Ho 35 anni e in totale ho quasi 15 anni di esperienza di lavoro nel settore. Ho sentito parlare per la prima volta di Bitcoin nel 2015 e di Cardano all’inizio del 2017 durante il precedente ciclo di mercato. Sono sempre stato interessato alla crittografia (infrastruttura SSL/GPG/PKI ecc.). A mio parere, la tecnologia blockchain è molto affascinante e cambierà il concetto di denaro e il modo in cui le persone interagiscono tra loro. 

Perché Cardano? Cosa ti affascina di più di questa blockchain Proof-of-Stake?

Questo è dovuto principalmente al mio background di networking e sicurezza delle applicazioni web. Nel 2017 ho lavorato come ingegnere di rete occupandomi di dispositivi compromessi e aiutando i clienti a combattere gli attacchi DDOS. Era ovvio per me che la maggior parte degli hack e delle vulnerabilità sono dovute alle rapide attività di sviluppo. Perciò le aziende rilasciano i prodotti il più velocemente possibile sul mercato con l’intenzione di sistemare le cose in seguito. Il livello di ricerca/pianificazione e la riflessione su tutti i potenziali problemi e su ciò che può andare storto sono minimi. 

Ritengo che è così che l’intera industria delle criptovalute si presenta in questo momento con gli hack che colpiscono gli smart contract e gli exchange. A ciò va aggiunto l’inesperienza degli sviluppatori che creano tutti questi progetti crypto e il risultato è un disastro.

Cardano ha un approccio completamente diverso con il suo processo di revisione tra pari. In realtà mi ricorda i primi giorni dei protocolli di rete come TCP/IP e tutti questi documenti RFC scritti allora. Le persone presentavano la loro proposta, e poi un gruppo di altre persone competenti la rivedevano, fornivano un feedback costruttivo e facevano notare tutte le cose sbagliate. Come risultato, abbiamo molti protocolli di rete inventati negli anni 80/90 che vengono usati continuamente fino ad oggi. La revisione tra pari è ancora meglio in questo senso, e seguendo questo processo, si può essere sicuri di ottenere un prodotto di gran lunga migliore come risultato finale. 

Ecco perché mi piace Cardano e il fatto che si stanno prendendo il loro tempo con la ricerca e lo sviluppo. Inoltre, una cosa molto importante è che Cardano è Proof of Stake (PoS), un sistema molto più ecologico (e sostenibile) del Proof of Work (PoW). 

Siete un membro della Single Pool Alliance, cos’è? E perché è importante fare staking con pool singoli?

Si tratta di un gruppo di operatori di stake pool con una visione simile e che credono nella decentralizzazione. Il problema che abbiamo in questo momento è che molti pool nell’ecosistema Cardano sono di proprietà di una singola entità (che sia una società o persona). Queste persone (o exchange) gestiscono più pool, e quando uno raggiunge la saturazione, aprono un’altra copia. Troppi fondi nelle mani di una singola entità è dannoso per la decentralizzazione. Se quell’entità dovesse agire in maniera scorretta, potrebbe danneggiare la rete.

La Single Pool Alliance sta combattendo questo problema promuovendo una vera decentralizzazione in cui una singola entità è autorizzata a gestire un singolo stake pool di Cardano. Per ulteriori informazioni e un elenco completo dei membri attivi dell’alleanza, vi consiglio di visitare il sito web SPA.

Donate il 10% delle ricompense dell’operatore a Sea Shepherd, chi sono e in che modo combattono la pesca illegale e l’inquinamento degli oceani?

Sea Shepherd è un’organizzazione no-profit conosciuta soprattutto per la sua lotta per la tutela della fauna marina e dell’ambiente in tutto il mondo. 

Inoltre, combattono anche l’inquinamento degli oceani grazie alle loro varie campagne. 

Molte organizzazioni ambientali agiscono solo in maniera superficiale, ovvero creano solo vari tipi di petizioni, cartelloni o organizzano marce di protesta.

Sea Shepherd, invece, usa una tattica di azione diretta. Per esempio – hanno speronato e affondato diverse navi per fermare le loro attività illegali. Queste tattiche possono a volte essere un po’ controverse, ma la loro missione di difendere, conservare e proteggere i nostri oceani e la vita marina non ha mai ferito nessuna persona.

Per saperne di più su Sea Shepherd e sui problemi legati alla pesca, guardate Seaspiracy su Netflix.

Grazie per il tuo tempo, qualche parola finale? Dove ti possono trovare le persone?

Grazie mille per l’opportunità di essere presente qui.

Se volete sapere di più su di noi, potete controllare il nostro sito web, o potete seguirci su Twitter, dove condividiamo tutti gli aggiornamenti sul pool e postiamo cose relative a Cardano e Crypto. 

Siamo anche molto attivi su Reddit, e abbiamo un gruppo Telegram dove potete chattare con noi su qualsiasi cosa. 

Vi preghiamo di considerare di fare staking con i vostri ADA con Valhalla [VLHLA] Pool se siete arrivati a leggere fin qui. Grazie mille, e vi auguro una buona giornata.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.