Cardano SPO: Hashoshi [H4SH]
Cardano SPO: Hashoshi [H4SH]
Interviste

Cardano SPO: Hashoshi [H4SH]

By Patryk Karter - 25 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è un stake pool gestito dal creatore della serie YouTube Crypto Over Coffee: Hashoshi [H4SH].

L’ospite della scorsa settimana era un stake pool che ha come obiettivo quello di riforestare la città di Milano e la sua regione.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano
Cardano SPO

Cardano SPO, intervista a Hashoshi [H4SH]

Ciao Hashoshi, è un piacere averti qui. Per i pochi che non sanno chi sei, puoi presentarti? Dove risiedi e qual è il tuo background?

Ti ringrazio per avermi invitato nella rubrica. Sono Hashoshi e creo contenuti educativi relativi a blockchain, criptovalute e tecnologie innovative su YouTube. Chiaramente, Cardano è spesso protagonista dei miei video! Vivo negli Stati Uniti, e ho studiato blockchain e criptovalute da quando mi sono imbattuto nel whitepaper di Bitcoin 11 anni fa. 

Ho un background nel settore tecnologico con esperienza di programmazione e hardware, ma sono anche un avido lettore e studente nelle aree di economia, teoria dei giochi, sociologia, psicologia e altro. Questo spazio mi dà l’opportunità perfetta di fondere tutte le aree di studio che amo.

È da molto tempo che crei contenuti legati alle criptovalute, puoi raccontarci la storia di come sei finito in questo spazio nascente?

Tutto è iniziato quando mi sono imbattuto nel whitepaper sul Bitcoin più di dieci anni fa su “StumbleUpon”, che era un servizio che ti permetteva di trovare contenuti curati sul web. Leggere quel documento mi ha fatto capire che non dovevo scendere a compromessi su ciò che volevo fare per vivere o scegliere una sola area di studio, potevo fondere tutti i miei interessi in uno studiando e lavorando con la tecnologia blockchain e derivati. 

Quando Ethereum è apparso nel 2015 e successivamente ha introdotto l’idea degli smart contract scritti in Solidity, mi sono messo a studiare il linguaggio e ho iniziato a sperimentarlo. In questo modo sono caduto ancora di più nella tana del coniglio. Sono riuscito a trasformare questa esperienza in un lavoro a tempo pieno di consulenza e sviluppo di dApp, e da lì ho deciso che volevo aiutare a espandere la mia conoscenza creando video sulle basi della blockchain da condividere con familiari, amici e clienti. Nonostante la mia natura introversa, ho filmato alcuni video e li ho messi online. Sorprendentemente, le persone sembravano apprezzare questi video, così ho deciso di dedicarmi seriamente a YouTube. Sono grato ad ogni persona che ha guardato questi video, perché quello che è iniziato come un tentativo nervoso di uscire dal mio guscio è diventato un modo incredibile per me di essere creativo e condividere le mie conoscenze. Guardando indietro, riconosco che nel 2010 non conoscevo la gravità di ciò che avevo scoperto attraverso Bitcoin, e rimango meravigliato da ciò che imparo ogni giorno nella mia ricerca di capire i molti progetti nello spazio delle criptovalute oggi. 

In che modo Cardano ha catturato la tua attenzione e perché hai deciso di iniziare a operare un stake pool?

Quando sono venuto a conoscenza di Cardano durante la sua ICO ricca di clamore, ho avvertito che la visione del progetto era unica, come anche la relativa nomenclatura, che risulta ben pensata e intrigante. Con il passare del tempo, mi sono tenuto aggiornato con i documenti e le ricerche che sono venuti fuori da Cardano e successivamente ho fatto un video di immersione profonda che spiega Cardano integralmente sul mio canale YouTube. Naturalmente, l’approccio formalmente verificato alla costruzione di un protocollo mi attraeva, ma più che altro, quel che mi ha dato fiducia è stata la fusione del modello UTXO con gli smart contract e il modo in cui il meccanismo Proof-of-Stake è stato costruito, e questo mi ha fatto capire che c’era qualcosa di speciale in fase di sviluppo. Quando l’hard fork di Shelley è stato finalmente compiuto, sapevo che volevo creare un stake pool per partecipare alle responsabilità di creazione dei blocchi della rete, ma mi ci è voluto un po’ per organizzarmi e farlo! In definitiva, era importante per me continuare ad essere più coinvolto nelle attuali blockchain principali, e Cardano è una di queste. È un onore validare blocchi sulla mainnet di Cardano!

Cosa pensi degli SPO che aprono molteplici pool? Ciò viene spesso fatto dagli influencer che hanno una quantità significativa di follower. Vedremo mai [H4SH1]?

Questo è uno di quegli argomenti altamente divisivi di cui posso vedere entrambi i lati. Da un lato, è innegabile che una persona o un gruppo, creando molteplici pool che controllano e promuovono, introduca dinamiche centralizzanti sottraendo così la delega ad altri piccoli pool che la meritano ma non hanno la portata per ottenerla.

D’altra parte, la rete stessa è progettata per essere resistente a queste forze centralizzanti e i deleganti hanno la libertà di delegare a qualunque pool preferiscano nel caso in cui questa centralizzazione sia per loro una preoccupazione. Da parte mia, non creerò un secondo pool e mi concentrerò su quello esistente. Detto questo, non appoggio la denigrazione e gli attacchi personali rivolti a coloro che scelgono di farlo. 

La rete Cardano continuerà ad andare avanti con o senza proprietari di molteplici pool, e coloro che desiderano dissuadere i deleganti dal delegare ai multi-pool dovrebbero farlo in modo rispettoso e basandosi sui fatti. 

Grazie per il tuo tempo. Qualche osservazione di chiusura? Dove possono trovarti le persone?

Grazie ancora per avermi nella rubrica, è un onore! Quello che credo con tutto il cuore è che in futuro, diverse reti blockchain di livello 1 interagiranno l’una con l’altra creando un vero “internet delle blockchain”. Pertanto, il massimalismo dei protocolli non ha senso e distrae solo da ciò che viene costruito e dagli obiettivi condivisi che abbiamo nello spazio come collettività. 

Gli utenti di Cardano, Ethereum, Solana, ecc. hanno molto più da guadagnare nella collaborazione che nelle lotte tribali. Ci rifletto quotidianamente. Se questo tipo di considerazioni filosofiche vi interessano, o semplicemente vi piace saperne di più sulle criptovalute e su Cardano, potete trovarmi su YouTube cercando “Hashoshi” o seguirmi su Twitter

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.