Sam Bankman-Fried: la storia dell’under 30 miliardario in crypto
Sam Bankman-Fried: la storia dell’under 30 miliardario in crypto
Criptovalute

Sam Bankman-Fried: la storia dell’under 30 miliardario in crypto

By Stefania Stimolo - 24 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Sam Bankman-Fried è il fondatore dell’exchange FTX, diventato l’under 30 più ricco del mondo grazie alle crypto. Bankman-Fried ha conosciuto Bitcoin solo 4 anni fa.

Sam Bankman-Fried: l’under 30 più ricco del mondo grazie alle crypto

Su Forbes è stata raccontata l’intera storia di Sam Bankman-Fried, il ragazzo entrato nella classifica degli uomini più ricchi del mondo al 32esimo posto con un patrimonio totale di 26 miliardi di dollari grazie alle criptovalute.

Non solo, al momento della scrittura, Bankman-Fried è anche il primo under-30 più ricco del mondo. 

E infatti, è il suo crypto-exchange FTX, con una valutazione arrivata a 18 miliardi di dollari a renderlo tale. Incredibile se si considera che Bankman-Fried ha conosciuto bitcoin e il mercato crypto solo 4 anni fa.

Secondo quanto riportato, FTX gestisce circa il 10% dei 3.400 miliardi di dollari di derivati scambiati ogni mese dai crypto-trader, e incassa in media lo 0,02% su ogni transazione. Percentuali che hanno creato un profitto da 350 milioni di dollari su $750 milioni di entrate totali in soli 12 mesi.

Dedicata ad una nicchia di investitori più sofisticati, che vogliono trattare derivati come opzioni su BTC o future su ETH, FTX è diventato il luogo di incontro e scambio per tutti quei trader che eseguono operazioni più frequenti e per somme più elevate, rispetto al crypto-investor medio.

Sam Bankman-Fried
Sam Bankman-Fried ha fondato l’exchange di derivati crypto FTX

Storia e filosofia sulla beneficenza

Un po’ come la storia tratta dal celebre libro “Padre ricco padre povero” di Robert Kiyosaki, Bankman-Fired è figlio di due professori di legge di Stanford che, dopo una laurea in fisica presa al Massachusetts Institute of Technology (Mit) nel 2014, ha abbandonato l’idea di diventare professore per costruire uno dei patrimoni più grande al mondo.

Abbracciando la filosofia utilitarista, notó una forte attrazione verso l’altruismo efficace, quello che pretende di compiere quanto più bene possibile sulla base delle prove concrete a disposizione e della regione. Una forma di beneficenza che si allontana dalla moda o dalle questioni personali.

Da qui, l’ingresso nella finanza di Bankman-Fired, con un primo posto ben pagato in cui trattava ETF, e per cui donava parte del suo salario verso cause filantropiche.

Solo nel 2017, quando Bitcoin stava eseguendo il suo primo rally che lo ha visto arrivare a quasi 20.000$, Bankman-Fried coltivò l’idea di comprare BTC negli USA per venderli in Giappone, a un prezzo più alto del 30%.

In quel periodo lancia Alameda research, una società di trading quantitativo, lavorando inizialmente nel campo dell’arbitraggio, e muovendo già a gennaio 2018 fino a 25 milioni di dollari in bitcoin al giorno. Nel 2019, con parte dei profitti di Alameda, Bankman-Fried fondò FTX in Hong Kong, trasferendo nel settembre 2020 tutto il quartier generale alle Bahamas.

In soli 2 anni di vita, FTX ha raggiunto volumi quotidiani di trading di derivati da 11,5 miliardi di dollari, diventando il quarto crypto-exchange di derivati dopo Bybit, OKEx e Binance.

Al momento della scrittura, Bankman-Fried ha solo destinato in beneficenza 25 milioni di dollari per una varietà di cause come il diritto al voto, la riduzione della povertà globale, e la sicurezza dell’intelligenza artificiale. A tal proposito, ha commentato:

“C’è ancora molto da fare. Donare grandi somme è un obiettivo per il lungo termine, non per il breve”. 

Il successo di FTX

La strategia di servire una nicchia di investitori crypto più focalizzata sui derivati, ha fatto arrivare FTX a sviluppare in pochissimo tempo volumi da record. Questo risultato è arrivato sotto i riflettori dei grandi investitori di settore e non, che insieme confidano sull’operato di Bankman-Fried.

Solo lo scorso luglio, FTX ha raccolto 900 milioni di dollari in un round di finanziamento a cui hanno partecipato anche Coinbase Ventures e SoftBank.

Non solo, anche il colosso mondiale dei motori Mercedes, lo scorso mese, ha scelto FTX come partner ufficiale. Nello specifico, si tratta della collaborazione su più stagioni che vedrà il logo di FTX presente su auto, tute dei piloti e team della Mercedes AMG Petronas F1 Team.

Anche altri personaggi famosi come il giocatore di football Tom Brady e la sua fidanzata modella Gisele Bündchen sono diventati partner dell’exchange crypto, acquistando delle quote.

Ma facendo un salto agli inizi di FTX, nel 2019, uno degli investitori strategici dell’exchange dei derivati crypto è stato proprio Binance.

Una mossa inaspettata offrendo Binance stesso scambi di derivati, ma che lo ha comunque visto partecipe in FTX acquistando azioni e assumendo una posizione a lungo termine sul token di FTX (FTT), come contributo di crescita sostenibile del suo ecosistema.

 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.