NFT, i mondi in loop di Lucas Zanotto
NFT, i mondi in loop di Lucas Zanotto
NFT

NFT, i mondi in loop di Lucas Zanotto

By Fabiana D'Urso - 23 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Lucas Zanotto è un altro dei tanti poliedrici artisti che ha sposato la strada degli NFT (non fungible token).

La carriera

Autore e regista conosciuto ormai a livello internazionale ha ricevuto molti premi importanti che hanno definito la sua carriera.

Tra i tanti ricordiamo l’Apple Design Award, il Golden Design Lion a Cannes, l’ITFS e il premio Best Promotional Animation all’Ottawa Animation Film Festival. Zanotto ha anche co-fondato un marchio per bambini che ha chiamato YATATOY. Obiettivo di questo artista è creare contenuti di qualità attraverso diverse tecniche.

La scelta di accogliere all’interno della sua crescita artistica e del suo background il panorama immersivo degli NFT è stato il trampolino per un nuovo lancio conoscitivo. E il tema su cui lui stesso dibatte è la possibilità che questa visione innovativa tecnologica e digitale può dare a chi si occupa di arte.

E’ possibile vivere facendo il proprio lavoro di artista, cosa un po’ più difficile se si analizza il mercato internazionale. La poliedrica carriera di Lucas Zanotto vede la sua partecipazione a progetti di animazione e pubblicitari. Questo binomio ha fatto in modo, in concomitanza con la sua inclinazione a lavorare per i bambini, di crearsi uno stile unico.

Lucas Zanotto
Una delle creazioni di Lucas Zanotto

L’approccio di Lucas Zanotto agli NFT

Circa cinque anni fa ha iniziato a mettere sui propri profili social delle creazioni animate che in loop mandavano un messaggio. Era comunque un periodo di stasi in cui il lavoro andava a rilento, così come accade per tutti gli artisti. L’affitto di casa però va pagato ogni mese e Zanotto prova a capire come fare per monetizzare attraverso il web i suoi lavori.

Lo stile unico e particolarmente vivace delle opere colpisce molto gli utenti e da lì iniziano a capitargli le prime offerte di lavoro. È stato un amico a parlargli della realtà digitale degli NFT e il gioco è subito stato fatto. Pur non conoscendo perfettamente la tecnologia blockchain Lucas inizia a sperimentare la creazione e la vendita di un’opera mettendola sul web in una forma del tutto nuova. SuperRare e Nifty Gateway diventano il suo pane quotidiano. La prima opera collezionabile posizionata su Nifty è andata a ruba in soli dieci minuti.

Il lavoro di Zanotto è stato anche quello di poter comprendere il livello qualitativo a cui sottoponeva la sua opera nel momento esatto in cui ragionava in termini di NFT.

Come sarebbe stata la sua reputazione di artista dopo questo primo tentativo di vendita?

Da quello che racconta nelle numerose interviste, gli si è aperto un mondo. Studia le strategie del mercato digitale e inizia ad operare di conseguenza. Non lo vede come un tutto ma solo come una parte che però è in continua espansione.

Quello che Zanotto sostiene è l’identica fase di approccio al mercato crypto rispetto a quello tradizionale. Sono i milionari a gestire la valutazione che sale e che scende di tutte le opere d’arte.

La creazione dei codici che portano alla nascita di un NFT di un’opera ha del tempo ben stabilito. Alcune volte possono volerci giorni, ma il risultato finale è comunque sempre identico all’idea originale dell’autore.

Ciò che più è importante è fare in modo che il messaggio arrivi a quante più persone possibili, questo è da sempre l’obiettivo di un artista. Zanotto ha compreso che il mercato crypto è un’alternativa interessante alla divulgazione di questo messaggio.

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.