USA: le stablecoin possono minacciare l’economia
USA: le stablecoin possono minacciare l’economia
Stable Coin

USA: le stablecoin possono minacciare l’economia

By Marco Cavicchioli - 26 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Le agenzie federali degli USA hanno fatto il primo passo concreto verso la possibile regolamentazione delle stablecoin, a causa delle preoccupazioni in merito al fatto che potrebbero minacciare l’economia. 

Rischi e opportunità per le stablecoin nell’economia USA

Lo rivela Bloomberg citando il rapporto sulle stablecoin pubblicato da poco sul sito ufficiale del Ministero del Tesoro USA.

In questo lungo rapporto si legge che, se progettate bene ed adeguatamente regolamentate, le stablecoin potrebbero aiutare garantendo pagamenti più veloci, più efficienti e più inclusivi, ma che allo stesso tempo presentano una serie di rischi.

Il rapporto cita esplicitamente la speculazione sugli exchange crypto e gli investimenti in DeFi, individuando rischi soprattutto riguardanti l’integrità del mercato e la protezione degli investitori a causa di frodi o cattive condotte come manipolazione del mercato, insider trading e mancanza di trasparenza. Evidenzia anche il rischio che, a causa di mala gestione, possano perdere il loro valore di fatto creando perdite ai loro possessori.

Inoltre ipotizza che, a causa di “relazioni complesse o importi significativi in leva finanziaria”,  potrebbero prevedere anche rischi per il sistema finanziario nel suo complesso.

Altra questione sollevata riguarda la finanza illecita, in relazione ad esempio alle norme antiriciclaggio (AML) e contro il finanziamento al terrorismo (CFT).

USA stablecoin economia
Len stablecoin sollevano dubbi relativi alle norme AML

Nessun ban per le stablecoin

Il Tesoro in questo rapporto però non ipotizza affatto di vietare, bloccare o limitare le stablecoin, ma di farne rientrare l’utilizzo nei parametri legali che valgono anche per le valute fiat.

Il rapporto infatti arriva a chiedere ai legislatori di consentire alle agenzie pubbliche che vigilano sui mercati finanziari di poter vigilare anche sugli emittenti di stablecoin, come fanno ad esempio già oggi per le banche a cui vengono richiesti solidi requisiti patrimoniali ed a cui viene applicata una supervisione costante.

La regolamentazione necessaria

Le agenzie affermano anche che la rapida crescita delle stablecoin aumenta l’urgenza di intervenire in questo settore.

Nello specifico chiedono che il Congresso approvi nuove norme che obblighino gli emittenti di stablecoin a diventare banche a tutti gli effetti, con depositi assicurati, requisiti patrimoniali e di liquidità, e supervisione della Fed. Inoltre chiedono di vietare ad aziende private prive di tali requisiti di immettere stablecoin sui mercati.

Secondo Bloomberg però non è affatto detto che il Congresso accoglierà veramente queste richieste, anche perché negli ultimi anni raramente democratici e repubblicani sono riusciti a mettersi d’accordo. Aggiunge anche che i legislatori spesso non hanno stimoli ad intervenire per prevenire danni, e che invece spesso intervengono solo quando i danni sono più che evidenti.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.