DAO e il fenomeno in ascesa del crowdfunding crypto
DAO e il fenomeno in ascesa del crowdfunding crypto
Defi

DAO e il fenomeno in ascesa del crowdfunding crypto

By Vincenzo Cacioppoli - 11 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Ha destato stupore la notizia riportata dal giornale The Node, che parla del caso di un gruppo improvvisato di persone, che in poche settimane sono riuscite ad organizzare una DAO ed un crowdfunding in crypto raccogliendo 40 milioni di dollari in ETH. 

Il caso della costituzione americana 

Scopo della raccolta, l’acquisto di una copia originale della costituzione americana all’asta.

Jonah Elrich, uno dei promotori con altre 30 persone, avrebbe formato una DAO (denominato ConstitutionDAO), quasi per gioco, come racconta alla rivista, per provare a ricevere offerte in ETH da tutto il mondo. 

In cambio, chi donava  avrebbe avuto il diritto di votare su cosa fare con questa copia della Costituzione e su quali altri progetti l’organizzazione avrebbe dovuto lavorare in futuro. 

Il risultato è stato letteralmente esplosivo, registrando forse una delle massime raccolte tramite DAO della storia. In realtà, alla fine l’operazione non è andata a buon fine per alcuni errori commessi dai promotori, ma la sbalorditiva cifra raccolta dimostra come il fenomeno del crowdfunding in crypto sia in grande crescita.

Cos’è una DAO

In una DAO migliaia di persone decidono in maniera autonoma e democratica, le decisioni da prendere in merito ad un determinato progetto, per il quale è stata costituita l’organizzazione. Per votare si usano dei token, detti anche token di governance. Chi possiede questi token ha diritto di voto e talvolta chi ne possiede di più ha diritto di votare più volte.

Gli sviluppatori, gli investitori e gli utenti spesso prima investono dei soldi o si impegnano a  lavorare in un progetto per ottenere speciali token digitali, con i quali possono votare e che sono spesso disponibili per la vendita sugli exchange di criptovalute.

I fondi raccolti vengono gestiti  da uno smart contract, che assegna fondi solo per le finalità approvate dagli holder dei token. 

Lo smart contract può anche consentire ai partecipanti di prendere decisioni operative. 

DAO
In una DAO migliaia di persone prendono decisioni in merito ad un determinato progetto

ConstitutionDAO e PleasrDAO

Nel caso di ConstitutionDAO, ai partecipanti alla sottoscrizione è stato promesso un token di governance con il quale avrebbero potuto votare su dove sarebbe stata visualizzata la costituzione acquistata.

Sono state create DAO per gestire fondi di rischio, distribuire denaro a organizzazioni non profit e prestare e prendere in prestito monete digitali. PleasrDAO per esempio ha pagato $ 4 milioni a luglio per una copia di un album di Wu-Tang Clan a numero unico, una volta di proprietà di Martin Shkreli.

La blockchain, le DAO e il crowdfunding crypto

In effetti la caratteristica di decentralizzazione e della fiducia che si crea tra le parti e della trasparenza nelle transazioni, grazie alla blockchain e agli smart contract sembra essere la soluzione ideale per i progetti di crowdfunding.

Nello  specifico, la blockchain sembra essere particolarmente adatta per iniziative che hanno il crowdfunding come fonte di finanziamento. 

Il crowdfunding si basa sulla fiducia tra investitori e portatori di interessi. Al fine di eliminare ogni tipo di incertezza legata all’utilizzo dei fondi raccolti – come succedeva anche con le ICO negli anni 2017/2018 – l’uso delle DAO potrebbe rappresentare lo strumento chiave grazie al quale si può creare quel legame di fiducia dato dalla trasparenza di questo sistema.

Secondo alcune stime, il mercato del crowdfunding che nel 2020 ammontava ad oltre 13 miliardi di dollari nel 2026 potrebbe superare i 25 miliardi di dollari, ed è molto probabile che questo considerevole aumento sia determinato anche, proprio dalla sempre più crescente diffusione dei progetti in blockchain.

Le DAO anche nel mondo NFT

Se le DAO stanno migliorando le ICO di un tempo e aiutando a raccogliere più capitali, molte se ne stanno organizzando anche in ambito NFT.

Nel 2018 la bolla delle Initial Coin Offerings si stava spegnendo proprio perché mancava la fiducia degli investitori che non sapevano come e se i soldi investiti sarebbero stati utilizzati. Le DAO hanno aiutato in questo tipo di crowdfunding. Ora sta succedendo qualcosa di simile anche nel mondo degli NFT.

Infatti, sempre più progetti di collectibles stanno lanciando le proprie DAO che decideranno gli step successivi del progetto stesso. Se inizialmente venivano semplicemente lanciate queste serie di figurine virtuali su blockchain, ora anche nel settore dei collectibles si usano le DAO per dare sempre più potere agli holder e quindi a chi ha investito.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.